Comacchio e Lidi

Incentivo milionario per il cinema locale

Incentivo milionario per il cinema locale

Da Emilia Romagna Film Commission


Dagli orizzonti sconfinati di pianura ai tramonti amaranto in riva al mare, attraverso il crinale appenninico guadando il Po, il territorio emiliano-romagnolo può essere ritenuto, a giusta ragione, un enorme set cinematografico all’aperto, sul quale anche quest’anno la Regione investe con un fondo da 2 milioni e 100mila euro.

Le risorse, suddivise in due bandi rispettivamente rivolti a produzioni locali e nazionali, sono gestite da Emilia Romagna Film Commission

Sostenere le produzioni cinematografiche ed audiovisive è l’obiettivo attraverso il quale la Regione Emilia Romagna punta a tenere costantemente accesi i riflettori nella propria terra, la quale vanta una tradizione di cineasti lunga e prestigiosa.

L’ultima pellicola, girata la scorsa estate nelle valli di Comacchio da Pupi Avati, “Il signor Diavolo”, un gotico-noir ispirato all’omonimo romanzo del regista bolognese, chiude magicamente a cerchio i primi 50 anni di carriera del maestro dietro alla macchina da presa.

Poco tempo fa la spiaggia del Lido di Volano si è prestata per fare da cornice al cortometraggio “Trespass”, scritto e diretto da Victor Rambaldi, figlio di Carlo, artefice di E.T

Questa produzione, analogamente alla mini-serie dell’Ispettore Coliandro, diretta dai fratelli Manetti Bros, andata in onda su Rai 2 nella scorsa stagione, è sostenuta e patrocinata dalla Regione Emilia Romagna attraverso i fondi destinati al cinema. 

I due nuovi bandi a sostegno di opere cinematografiche, televisive, documentari, opere web a contenuto narrativo e serie (con almeno due episodi), consentono di ottenere contributi dal 35% al 50% delle spese ammissibili (per un massimo di 150 mila euro per le opere cinematografiche di lungometraggio e televisive, di 50 mila euro per i documentari e di 25 mila per le opere web e per i cortometraggi).

Su una pagina del sito (clicca qui) cinema.emiliaromagnacreativa.it  si possono reperire tutte le informazioni relative ai due bandi, con i quali la Regione mira a promuovere la creatività e a stimolare le imprese cinematografiche, per imprimere nuova linfa alla produzione e alla cultura cinematografica del territorio

Un esempio ulteriore del processo virtuoso intrapreso da Emilia Romagna Film Commission è indubbiamente rappresentato dal sostegno a “Saremo giovani e bellissimi”, opera prima della giovane regista Letizia Lamartire, presentata a Comacchio in anteprima, durante la Sagra dell’Anguilla.

La pellicola ha conseguito, in occasione della Settimana Internazionale della Critica, che si è svolta a Venezia dal 29 agosto all’8 settembre scorsi, il premio speciale di Soundtrack Stars Award

Anche il Festival francese di Villerupt ha recentemente consacrato Letizia Lamartire a regista di spessore tra i giovani emergenti. Il Delta del Po, dal mare all’entroterra, è un universo di paesaggi sospesi tra terra e acqua che ben si prestano ad essere immortalati dall’occhio della cinepresa, rafforzando e consolidando l’interesse attorno al cineturismo. 

Non solo il cinema, ma anche i grandi cantautori hanno reso omaggio alla bellezza del territorio, girando videoclip che spopolano in rete, come è il caso di “Notte prima degli esami” di Antonello Venditti, per non parlare di “Com’è profondo il mare” di Lucio Dalla, interpretato niente poco di meno che dal grande amico Luca Carboni.

 Un tris d’assi, Max Pezzali, Nek e Francesco Renga, un anno fa ha girato tra Comacchio, Argenta e le valli, il videoclip del brano “Duri da battere”, che ha segnato il passo al tour invernale.
I paesaggi della provincia di Ferrara, quindi, sempre più davanti alla macchina da presa con registi, attori e cantanti famosi.


Condividi su:

Mappa

Altre notizie: