Comacchio e Lidi

Bambole o neonati?

Bambole o neonati?

Scopriamo cosa sono le Reborn


La creatività umana, multiforme ed in continua evoluzione, non finisce mai di proporci spunti curiosi ed alquanto originali. Ne è un esempio questa inusuale forma artistica, conosciuta negli Stati Uniti ormai da un ventennio, che desta un crescente interesse negli ultimi anni anche in Italia.
Avete mai sentito parlare delle bambole Reborn?

Ce le spiega Orietta Veronese, ferrarese di origini veneziane, che dal 2015 crea artigianalmente bambole somiglianti in maniera impressionante a neonati veri.

"La mia è una passione cresciuta negli anni – racconta -. Acquistai la mia prima bambola Reborn su di una rivista e mi appassionai così tanto che cominciai a seguire tutorial e siti informativi su di esse. Dal circa tre anni le realizzo artigianalmente e sono molto soddisfatta".

Ammetto che la curiosità verso questa forma artistica così insolita è cresciuta parlando con la signora Orietta, che prosegue il suo racconto elencando i vari passaggi che permettono la perfetta riuscita di queste delicatissime bambole e del tempo occorrente per riprodurle il più dettagliatamente possibile.

"Esistono siti specializzati nella vendita di tutto il materiale utile per confezionare una perfetta Reborn. Si tratta di kit in vinile bianco prodotti da scultrici professioniste, sui quali poi si va a lavorare e ad intervenire".

"Queste bambole sono la mia passione, un hobby al quale dedico buona parte del mio tempo libero, mi rilassa molto occuparmi della loro realizzazione", conclude Orietta, una vera artista nel suo genere.

Ma l'utilizzo delle stesse non è esclusivamente ludico: per la loro impressionante somiglianza a dei veri neonati, le bambole vengono impiegate in più ambiti. Nelle produzioni cinematografiche e nelle rappresentazioni teatrali sono ormai largamente utilizzate ed anche in campo medico stanno riscuotendo successo grazie alla loro duttilità. 
Vengono utilizzate, per esempio, nei corsi pre parto o come strumento utile nella cura dell'halzeimer e di alcune malattie psichiatriche. Attraverso la Doll Therapy, come confermano diversi studi scientifici, si hanno inaspettati benefici per la salute psico fisica dei pazienti.

Discutibile è invece l'uso da parte di alcune donne che, in presenza di particolari condizioni psicologiche, le accudiscono e le coccolano come fossero neonati veri, arrivando ad esasperare situazioni di routine di una neo mamma come il cambio del pannolino, l'allattamento o le veglie notturne. Discussioni social e gruppi di aggregazione non possono mancare, come neppure le testimonianze e i comment,i a fomentare un interesse crescente per questo tipo di argomentazioni.

La Signora Veronesi, nel mese di ottobre scorso, ha partecipato alla fiera del collezionismo e dell'artigianato che si è svolta a Ferrara riscontrando dai visitatori un inaspettato interesse, dettato sia dalla curiosità che dalla particolarità di queste bambole. 
"Ho terminato i biglietti da visita e ho stretto numerosi contatti, su facebook sono letteralmente invasa dalle richieste di amicizia e le mie creazioni stanno riscuotendo un successo che sta andando oltre ogni aspettativa".

Una collezione personale che vanta 17 esemplari, tutti unici, un giro di vendite sempre in crescita per clienti non solo italiani ma che arrivano e contattano anche da altri stati europei. 

Se il vostro interesse sta accrescendo leggendo questa articolo, sappiate che i prezzi delle Bambole Reborn partono da circa 400 euro per gli esemplari meno lavorati, per arrivare a superare i 2000 euro per quelle create interamente in silicone. 

Resta l'assoluta certezza della loro unicità e di un curato lavoro artigianale che rende questi esemplari di bambole uniche e originali.





Condividi su:

Altre notizie: