Comacchio e Lidi

Clara 2019, il calendario più atteso presto in buchetta (o no?)

Clara 2019, il calendario più atteso presto in buchetta (o no?)
Un nuovo anno giunge a conclusione e i suoi ultimi giorni portano all'attenzione un tema che puntualmente genera apprensione diffusa: la distribuzione degli ecocalendari della raccolta differenziata.

Passati i tempi d'oro di Max, Pirelli e GQ con veline e starlette alle prese con nudi artistici o presunti tali, il calendario più atteso e richiesto di sempre è oggi quello distribuito da qualche anno da Clara, l'azienda che gestisce il servizio di raccolta rifiuti in quasi tutta la provincia (Argenta e Ferrara escluse).

La sua distribuzione a domicilio, così come quella del kit di raccolta (sacchi per famiglie e attività commerciali), non è quasi mai scandita da tempi certi e la faccenda agita non poco i cittadini, che nelle ultime settimane di dicembre iniziano a chiedersi notte e giorno che fine ha fatto il calendario da appendere in cucina che ricorda quando portare sul ciglio della strada il bidoncino dell'umido, i sacchi della plastica o dell'indifferenziato.

In questi giorni, Clara prosegue con la distribuzione dei kit a domicilio (la consegna sarà ultimata nelle prime settimane del nuovo anno). Nel frattempo i più fortunati, nelle nostre zone, hanno trovato nella cassetta della posta l'ambito ecocalendario: una vero e proprio regalo di Natale che in alcuni casi si guadagna storie e foto da pubblicare su Instagram per far invidia a tutti.

I meno fortunati (e i più impazienti) optano a questo punto per altre soluzioni: c'è chi ha preso il giorno di ferie per fare la fila agli sportelli sul territorio, c'è chi fotocopia quello del vicino di casa e poi c'è il tecnologico della situazione, che decide di scaricare l'ecocalendario del suo Comune direttamente dal sito di Clara, addirittura usandolo come sfondo del proprio smartphone o del computer. E risparmiando 12 fogli di carta per un calendario perfettamente... eco.

Se vi abbiamo convinto, potete scaricarlo cliccando qui


Condividi su:

Altre notizie: