Delta

L’Università di Cambridge accoglie Tresigallo e le sue bellezze

L’Università di Cambridge accoglie Tresigallo e le sue bellezze
Ci sarà anche Tresigallo nel team italiano coinvolto nel workshop “Heritage in the making: gestire la cultura materiale del Fascismo e Nazismo“, il prossimo 3 Dicembre presso il Dipartimento di Archeologia dell’Universita’ di Cambridge. Un appuntamento previsto nel progetto di Dottorato di Flaminia Bartolini sul Patrimonio Dissonante nell’Italia Contemporanea che riunirà un gruppo di esperti del patrimonio internazionale e professionisti provenienti da Germania e Italia, per esplorare le complessità di trattare il patrimonio del Fascismo e del Socialismo nazionale. L’ obiettivo è quello di esaminare le mutevoli condizioni dell’assimilazione del patrimonio dei regimi dittatoriali, e il loro destino della seconda guerra mondiale fino ai giorni nostri.

All’interno del team italiano, anche Tresigallo è stato invitato a partecipare al convegno in quanto fervido testimone e particolare esempio di cultura materiale dell’epoca soggetta al tema del workshop. Alla chiamata hanno risposto immediatamente le associazioni del territorio da sempre impegnate nella riqualificazione culturale e turistica del paese. L’Associazione Torri di Marmo e l’Associazione Edmondo Rossoni, tramite il benestare dell’Amministrazione Comunale, saranno rappresentate rispettivamente dal Prof. Giuseppe Muroni e dall’Arch. Davide Brugnatti.

Il workshop verrà presieduto da Flaminia Bartolini. Per la parte italiana parteciperanno Patrick Leech per il Progetto ATRIUM, Andrea Di Michele per il caso di Bolzano, Marcello Flores per il Progetto Predappio, Davide Brugnatti e Giuseppe Muroni per Tresigallo, Mareno Settimo per Torviscosa, Francesca Schintu per la Fondazione Fossoli. Per i casi studio sul Nazismo parteciperanno, Gilly Carr per le Channel Islands, Alexander Smidth per Norimberga, Felix Hafner per Braunau am Inn, Dagmar Zadrazilova per Berlino.

Infine, i lavori del workshop verranno pubblicati all’interno della serie “Conversations” del McDonald Institute presso l’Universita’ di Cambridge.
Condividi su:

Altre notizie: