Delta

La ragazza dai capelli neri

La ragazza dai capelli neri

Uno strano incontro del 1996


Le leggende e l’ignoto, si sa, hanno da sempre affascinato l’uomo, stimolandone le curiosità e l’interesse.

Parlando proprio di leggende, dicerie, racconti e discussioni, tornano alla mente episodi ed esperienze vissute da chi, ai tempi dei fatti poco più che ventenne, ci contatta per segnalarci uno strano ed inspiegabile episodio rimasto finora senza risposta ed accaduto più di vent’anni orsono. Ma andiamo con ordine…

”Ricordo come fosse ieri – ci scrive A.C, 41enne di Jolanda di Savoia – lo spavento che io ed i 3 amici in macchina con me, passammo un sabato notte del 1996 verso le 3 del mattino sulla via del Mare, la strada che da Ferrara porta verso Comacchio (conosciuta anche come strada Rossonia) di ritorno da una serata passata a ballare.

Con la Uno grigia metallizzata prestatami dal mio capo di allora (ai tempi lavoravo come elettricista per una ditta di impianti), nel rettilineo del tratto di strada tra i  Comuni di Tresigallo e Massa Fiscaglia, notammo, sul ciglio della strada, una ragazza con i capelli lunghi e neri che indossava una veste bianca, tipo una camicia da notte”.

Crediamo sia doveroso segnalare come già il fatto che una ragazza sola si trovasse in piena notte a camminare in una strada buia e distante dai centri abitati, sia alquanto bizzarro, ma lasciamo il nostro lettore proseguire con il suo racconto ed andiamo avanti... 

“Pensando di avere avuto una specie di allucinazione, frenai e, messa la retromarcia, tornai indietro per guardare meglio: rimanemmo sbigottiti nel vedere che la ragazza era ferma, al lato destro della carreggiata, nel buio più completo ed illuminata solo dai fari della macchina.
Sorpresi ed incuriositi, provammo tutti attimi di vero e proprio terrore quando, osservandola meglio, ci rendemmo conto che la ragazza non aveva i piedi. Sembrava un fantasma che si muoveva fluttuando a mezz'aria.
So solo che ingranai la prima e partii a tutta velocità verso casa. Decidemmo di non dire nulla dell’accaduto a nessuno, per paura di non essere presi sul serio e passare per pazzi.
Scoprimmo però, dopo qualche settimana, che qualcun altro ebbe la stessa esperienza, quel sabato notte, raccontandola agli amici.”

Di racconti come questo, se ne sente parlare ogni tanto. Cosa abbiano visto e chi sia la fantomatica figura che i 4 ragazzi abbiano notato, senza piedi, sul ciglio di una strada provinciale, non lo sapremo mai.

Del resto, suggestione o fantasia, di avvistamenti di cose anomale se ne sono verificati da sempre, in queste zone di nebbia e di mistero.

Condividi su:

Mappa

Altre notizie: