Comacchio e Lidi

Profumo di Delta Antico, una visita a cinque sensi

Profumo di Delta Antico, una visita a cinque sensi
Attivare i sensi e coinvolgere il visitatore a tutto tondo durante il percorso di visita è certamente l’ambizione di ogni guida museale e nel caso del Museo Delta Antico di Comacchio l’obiettivo è tutt’altro che irraggiungibile. Le sale del Museo ospitato nelle stanze del monumentale ex ospedale cittadino hanno infatti tutte le caratteristiche di un luogo immersivo in cui, grazie alla multimedialità, il visitatore può facilmente sentirsi per qualche minuto trasportato in un’altra epoca. 

Nella stessa direzione va il progetto sviluppato in collaborazione con l’Università degli Studi di Ferrara e con la fragrance designer Claudia Scattolini, che ha permesso di realizzare nel museo un vero e proprio percorso olfattivo parallelo a quello archeologico e artistico che lo caratterizza.

“In ogni sezione del nostro Museo – spiegano infatti al Delta Antico - viene nebulizzata una fragranza differente, sapientemente creata per suggestionare il visitatore e offrire un’esperienza a 360 gradi”.

Ogni settimana tra sale e corridoi del palazzo si può godere della scoperta di un nuovo affascinante ‘profumo del tempo’. Un esempio? L’acqua di Spina, un sofisticato profumo femminile che con le sue note di fiori e talco riporta indietro i sensi di 2500 anni, quando questa fragranza, contenuta in bellissimi unguentari di pasta vitrea, giungeva a Spina.

Foto tratta da museudelperfum.com
Condividi su:

Mappa

Altre notizie: