Delta

Mario Capuzzo, barche e pennelli

Mario Capuzzo, barche e pennelli

Il pittore viene ricordato con un'imponente mostra nel quarantesimo della sua scomparsa

Mario Capuzzo nasce a Badia Polesine nel 1902, ma ha trascorso parte della sua vita nel ferrarese. Codigoro è una tappa fondamentale della sua vita, per questo verrà ricordato durante la 347° Fiera di S. Croce nel quarantesimo della sua scomparsa, avvenuta nell’aprile 1978.

Al "pittore della gente" verrà dedicata una mostra, che darà l’opportunità di ammirare circa 40 opere tra disegni e quadri. L’evento è stato presentato presso il Comune dalla moglie Maria Luisa, che l’ha ricordato con affetto assieme all’amico Vincenzo Trapella, testimone e memoria storica impeccabile.

Durante l’incontro la vedova Capuzzo ha comunicato che intende donare all’amministrazione comunale, dopo la propria scomparsa, la casa di famiglia sita a Pontemaodino, con l’unica condizione che conservi il nome in memoria della famiglia.

Il sindaco Alice Zanardi, ha accolto con entusiasmo la proposta dichiarando che inserirà l’immobile nel progetto di un itinerario culturale che è già nelle idee dell’amministrazione.

Le opere d’arte saranno esposte presso la sala della Pro Loco in via IV Novembre (vd. Mappa) a partire dall’8 fino al 16 settembre.
Condividi su:

Mappa

Altre notizie: