Comacchio e Lidi

Buon Compleanno, Barbablù!

Buon Compleanno, Barbablù!

Il Ristorante di Lido Nazione compie 30 anni

“Era la primavera del lontano 1988, ed io, con l’amico Bruno Micheli, come me stufo del nostro lavoro nel settore agricolo, decisi di dare un taglio e di cambiare vita…”

Sono queste le prime parole che Silvio Schincaglia, attuale unico titolare dello storico Ristorante Barbablù di Lido Nazioni, pronuncia per iniziare a raccontare come è nato uno dei punti di ritrovo dei vacanzieri che vogliono mangiare bene della costa emiliana.

“Ricordo, - prosegue Silvio nel suo racconto – che in quel periodo, sia io che quello che sarebbe diventato il mio socio in questa avventura, eravamo stati abbandonati dalle nostre rispettive mogli. Questo ci diede quella forza e quella rabbia giusta, per buttarci nell’imprenditoria della ristorazione. Il primo locale che visionammo, fu proprio quello dove si trova tutt’oggi il Barbablù. Costo dell’immobile: 120 milioni delle vecchie lire. Lo comprammo, tirammo dentro in società anche Giuliano Luciani (che aveva già esperienza nel campo) ed il pizzaiolo Luca Luciani. Il 27 maggio del 1988, inaugurammo il Barbablù”.

Dall’88 ad oggi sono trascorsi 30 anni. Praticamente una vita. Di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia e migliaia sono state le persone, turisti, vacanzieri o semplici personaggi di passaggio, che si sono sedute a mangiare nel locale di Lungomare Italia. Sono cambiate le persone (il primo socio Bruno è uscito dal business nel 1996 e Giuliano nella prima decade degli anni 2000), ma una domanda sorge spontanea e Silvio, dall’alto della sua esperienza maturata sul campo, è la persona più adatta a rispondere. Come è cambiato il turismo nella Costa Emiliana dagli anni 70/80 ai giorni nostri?

Davanti ad uno squisito Spaghetto allo Scoglio, chi scrive si sente rispondere che… “In quei meravigliosi anni, si iniziava a dar da mangiare ai turisti che arrivavano dalla Germania, dalla Svizzera, dall’Austria e dall’Olanda alle 17.30. e la cucina lavorava ininterrottamente fino alle 4 del mattino. Adesso invece è tutto diverso. Primo, perché è cambiata la tipologia di turismo che viene nei nostri Lidi. Tedeschi non se ne vedono quasi più (a parte qualche vecchio affezionato) e molte cose sono cambiate, sia come ricezione turistica che come il modo di intendere la vacanza. I tedeschi però in Romagna (Rimini, Riccione, Lidi Ravennati) continuano ad andarci. Qui da noi,invece, qualcosa deve averli allontanati. Forse non siamo stati così bravi a rinnovarci, ma questo è un altro discorso e non voglio certo essere io ad alimentare polemiche”.

A gestire e a continuare la storia del Barbablù, aperto praticamente tutto l’anno con due pause a novembre e a gennaio di 3 settimane ognuna, ci sono anche, oltre a Silvio, le figlie Guendalina e Matilda. Il Ristorante Pizzeria Barbablù, continuerà la tradizione della buona cucina, del pesce freschissimo, delle pizze solo con ingredienti di primissima scelta per altri 30 anni. Di questo ne siamo sicuri. Oltre al rapporto che la gestione ha saputo creare con la propria clientela (occasionale o fissa), siamo convinti che la qualità del cibo, paghi sempre.
Soprattutto perché, come dice il titolare, “la gente vuole sapere cosa gli metti nel piatto”.
A questo punto, augurandogli altre stagioni di successi, non ci resta che dire; Buon compleanno Barbablù!
Condividi su:

Mappa

Altre notizie: