Comacchio e Lidi

Movida ai Lidi, gli appuntamenti della settimana. L'intervista a Matteo Monti, perfetto Party Organizer

Movida ai Lidi, gli appuntamenti della settimana. L
[CLICCA SUL GRASSETTO PER VISITARE LE PAGINE COLLEGATE]

Si è riaccesa la notte del Lido di Spina. Ha inaugurato la nuova stagione il Barracuda Club , riflettori accesi su un format estivo completamente diverso rispetto a quello invernale, realizzato per venire incontro ad un pubblico più eterogeneo formato da turisti provenienti da ogni parte d’Italia. Serate esclusive e grandi ospiti per i 40 anni di gestione ininterrotta della famiglia Piazzi. Un primato che va festeggiato. Ne parliamo con Matteo Monti, il Party Organizer. 

Ciao Matteo iniziamo a conoscerti. Parliamo dei tuoi esordi nel campo della Night-Life?

Ho scoperto la “discoteca” per sbaglio, quando avevo 14 anni sono stato trascinato con l’inganno in discoteca, un mio amico mi disse che andavamo al cinema salvo poi portarmi al Joyce di Tamara. Pensavo che la discoteca fosse un brutto ambiente e invece ho rivisto subito le mie convinzioni. Ho pensato che il divertimento si poteva anche ricreare all’interno degli ambienti che frequentavo. E cosi ho organizzato delle feste in centro a Ferrara, in sale che affittavamo. All’inizio erano tutti gli amici di scuola, poi è girata la voce che c’era da divertirsi e il giro si è allargato. Tanto che questa voce è arrivata anche ai due artefici delle notti ferraresi, Gianluca Antonelli e Michele Moretti che mi hanno voluto nel loro staff.

Sei stato l’artefice della bellissima stagione invernale del College di Ferrara con una formula #bepopular che ha coinvolto non solo universitari ferraresi ma tantissimi giovani provenienti anche dalle province vicine. Qual’è stata l’alchimia vincente?

Credo che l’arma vincente di questa stagione sia stata rendere il College “nazional popolare”. Un locale per tutti quelli che abbiano voglia di divertirsi senza distinzioni di classe. Sfruttando quello che è il mondo dei social network e degli hashtag, ho unito i due concetti ed il risultato è stato #bepopular, che identifica non solo l’ambiente frequentabile da tutti, ma anche la mia aspirazione che il locale potesse diventare popolare nell’accezione inglese ovvero famoso, in voga. E così è stato. Grazie alla qualità del prodotto e alla squadra di ragazzi che mi hanno affiancato nel divulgare questa idea #bepopular.

Negli ultimi 15 anni le discoteche sono crollate nel numero (da 5mila a 2800) e nel volume d’affari (dagli 8 miliardi di euro annui del 2002 ai 5,3 miliardi di oggi). Sono i Millenials a «tradire» la discoteca, secondo l’ultima ricerca Fipe-Istat Rispetto al 2008 i giovani dai 20 a i 24 anni che vanno a ballare almeno una volta all’anno sono diminuiti di 342mila unità, quelli dai 25 ai 34 anni di 939mila. Tu come hai resistito all’urto del cambiamento?

Non ho frequentato le discoteche nei momenti d’oro, io sono entrato dopo, ma le motivazioni del cambiamento sono sotto gli occhi di tutti. I Millenials, hanno a disposizione talmente tanti mezzi di comunicazione fra di loro che frequentare posti di aggregazione non diventa fondamentale per interagire. Noi li abbiamo attirati tramite l’unica cosa che i social non possono trasmettere, le emozioni, facendogli vivere una serata eccitante che puoi provare solo dal vivo. Come andare allo stadio, oggi le pay tv ti fanno vedere una partita da tutte le angolazioni, ma andare in curva è un’emozione che la tv non può trasmettere. E lo stesso abbiamo pensato di fare noi con il College.

Quest’estate sarai al Barracuda Club del Lido di Spina (FE). Cos’hai in programma?

Quella che iniziamo quest’anno è il sunto delle stagioni precedenti . Festeggeremo 40 anni di gestione Piazzi. In un contesto completamente diverso da quello ferrarese, perché tra pochi giorni, alla fine delle scuole, saremo invasi da un pubblico proveniente da tutta Italia e quindi cercheremo di realizzare una sintesi di tutto quello che ha funzionato negli anni precedenti. Il locale avrà tre sale e tre generi differenti. Con ospiti che di volta in volta abbracceranno uno di questi generi. Per quanto riguarda la sala interna questa settimana avremo Federico Grazzini (Cielo N.Y., Watergate Berlin), uno dei deejay italiani tra i più in voga ad Ibiza, a giugno avremo un nome importantissimo dell’house ovvero Pirupa (Drumcode - Crosstown Rebels - Defected - Get Physical), grazie alla collaborazione con i Low Ousider capitanati da Andrea Finessi. A luglio ci sarà deejay Zak (Moan, Little Helpers) e ad agosto chiuderemo con Da Vid (Classic Club Rimini, Space Ibiza). Un’altra collaborazione importante per quanto riguarda la sala interna è quella con il DOK di Bologna. Per la sala esterna, quella più commerciale, lo staff è quello del College di Ferrara. I nomi che abbiamo pensato per la stagione sono Ema Stokholma che avremo ospite giugno mentre a luglio avremo Rivaz e i Cuban Flex un corpo di ballo composto da un trio di ragazzi cubani che ha partecipato a programmi televisivi di Mediaset e che vanta quasi un milione di followers .Sarà un omaggio al pubblico femminile che abbineremo alle serate reggaeton. La terza sala, il priveè del Barracuda, come oramai da tradizione, rimarrà nelle mani dei ragazzi dell’Afrobaja, ovvero Giorgio Nep, dj Silvano e Riky Reggiani che hanno saputo cementare il loro rapporto con il pubblico locale.

Lido delle Nazioni:

Bagno Chalet del Mare > Ogni sabato sera musica house con dj Alex Vela & Steve

Lido di Spina:

Bagno Malua Beach > Sabato 12 maggio “WE Love 2000 Opening PARTY” apericena e aperishow . Musica house commerciale.

Domenica 13 maggio dalle 17.00 alle 23.00 “Bailando”. Con Eddy e Mister P, accompagnati da Salvo Gagliano. Novità di quest'anno il SUSHI SAMBA. Al tavolo potrete degustare le barche di sushi, preparate direttamente sul posto dal ristorante Giapponese ASAHI di Ferrara. Musica dance, reggaeton e italiana

Discoteche:

Il Barracuda Club – Lido di Spina: Sabato 12 maggio nella Inside Room i ragazzi di Low Outsider, Simon Pamp, K-Niels con il resident Alberto Lolli presentano un percorso musicale che va dalla deep house alla techno più raffinata. Come ospite della serata un dee jay che arriva dalle piste underground più famose d’Ibiza Federico Grazzini.

Nella Garden Room “Me Gusta” i ritmi reggaeton per tutta la notte, alternati ai pezzi più apprezzati della sfera hip hop e R&B.

Nel Privé i ragazzi di Afro Baya ci offrono i suoni afro con dj Silvano, dj Riky e Max Yanez alla voce.

Il Barracuda Club ha un’area attigua che viene destinata ad un pubblico più maturo che predilige un divertimento meno chiassoso. Si chiama Klink, è un disco-dinner con ingresso gratuito. Si mangia un buon sushi e dopo si balla musica dance commerciale con Massimo Bee dj.

Ricordiamo a chi fosse interessato che è possibile segnalare eventi, serate e quant’altro alla mail info@comacchio.it specificando date, tipologia dell’evento, protagonisti e luogo.

Paolo Ranzato
Condividi su:

Altre notizie: