Comacchio e Lidi

Festival del Delta: Finalissima col botto

Festival del Delta: Finalissima col botto

A Codigoro vince Marica Ricci. Incanta Iskra Menarini

E’finita, sabato sera 5 maggio a Codigoro, la seconda edizione del Festival del Delta (Fenicottero d’Oro), il concorso canoro che ha unito per questo ambizioso progetto le amministrazioni di quattro Comuni del Delta (Comacchio, Goro, Fiscaglia e Codigoro). Al cinema teatro Arena di Codigoro, in una serata davvero molto ben riuscita ed organizzata.
Marica Ricci, giovane e bella cantante proveniente da Goro, ha conquistato, sbaragliando la concorrenza, il primo premio della kermesse canora con una struggente interpretazione di “Never Enough”, tratto dal musical “The Greatest Snowman”. A dire il vero, nel territorio di Goro, hanno volato sabato sera due fenicotteri. Quello d’Oro, appunto, vinto da Marica Ricci, e quello di bronzo (terzo posto), conquistato dall’altra concorrente di Gorese in gara, Nicol Zucconelli. Il Fenicottero d’Argento, quello che vale il secondo posto, se lo è invece aggiudicato la veneta Denis Biston (già trionfatrice della scorsa edizione) che ha cantato il brano “Volevo Scriverti da Tanto”.
Premio speciale della critica a Martina Perri che ha cantato una cover di Adele mentre la targa per il premio di gradimento del pubblico se l’è aggiudicata il bravissimo Enzo Celotto con una straordinaria interpretazione di “Perdere l’Amore”, grande successo di Massimo Ranieri.
Apprezzatissimi anche i piccoli bambini che hanno partecipato al Festival nella sezione “Delta Children’s Talent”, dove i piccoli artisti hanno esibito i loro talenti davanti ad un pubblico attento e divertito. Conquista il primo posto, e quindi il premio del “Baby Fenicottero d’Oro”, la virtuosissima cantante lirica Greta Deseri da Argenta, con un brano preso da “Il Fantasma dell’Opera”. Denise Milani, attrice, ha incantato e divertito tutti con un suo monologo e si aggiudica il secondo premio. “Baby Fenicottero di Bronzo”, va a Bryan Finotti, 11 anni, ballerino di breakdance. Lo stesso Bryan, ha poi talmente conquistato gli spettatori, che questi ultimi lo hanno gratificato assegnandogli il Premio Speciale di gradimento del pubblico.

Il momento clou (e davvero più toccante) della serata, è stata l’esibizione della super ospite Iskra Menarini, che quando ha intonato “Caruso”, del suo grande amico Lucio Dalla, ha davvero emozionato tutto il teatro regalando una interpretazione di grandissima intensità emotiva. Un bellissimo momento di musica, apprezzato proprio da tutti.
Ad aggiungere classe ed eleganza a questa finalissima, ci ha pensato, come in tutte le tappe del Festival, “La Bottega degli Artisti”. Guidati dalla loro coreografa ed insegnante Sara Parmiani, i ballerini dell’Accademia di Danza comacchiese, hanno regalato emozioni e ricevuto apprezzamenti.

 Tra il pubblico, presenti anche molte socie dell’UDI (Unione Donne Italiane), l’Associazione contro la violenza sulle donne alla quale gli organizzatori del Festival hanno deciso di donare una parte del ricavato. Alla fine, autorità, conduttori, ospiti, concorrenti ed artisti tutti insieme sul palco a prendersi il lungo e meritatissimo applauso del caloroso pubblico che ha gremito, dopo tanto tempo che non accadeva, il teatro Arena di Codigoro.



Condividi su:

Altre notizie: