News

Codigoro e la Casa del Cobra

Codigoro e la Casa del Cobra

Una leggenda vecchia di anni

Passando in auto per la Strada del Diavolo (il nome è già tutto un programma), la via che dall'abitato di Codigoro porta alla Strada Statale Romea all'altezza dello svincolo per Lido di Volano, è possibile scorgere i resti e le mura perimetrali di una casupola abbandonata da qualche decennio isolata in mezzo alla campagna.

Sul muro che guarda la strada, vi è disegnato un gigantesco Cobra che sembra dominare, minaccioso, il terreno circostante. Ad onor del vero, ultimamente si fa fatica a vederlo, coperto com'è dalla vegetazione e dalle incurie del tempo, ma molti abitanti della zona assicurano che fino a qualche anno fa si vedeva molto bene.

La leggenda dice, raccontata da qualche anziano che ancora ne ricorda la storia, che quando la casa era ancora abitata, per cause imprecisate fu travolta da un devastante incendio che, oltre a distruggerla quasi completamente, mietette due vittime, che persero la vita proprio a causa di questa tragica circostanza.

Per un lungo periodo di tempo, le voci di paese giuravano che le ombre delle due persone decedute nell'incendio rimasero impresse e visibili proprio sulle pareti della stanza dove i due si trovavano. Chiacchiere di paese? Vecchio incidente davvero successo e con il passar del tempo sempre più romanzato? Voci discordanti si rincorrono. Ma tutte le leggende, per essere tali, devono obbligatoriamente partire da qualcosa di reale e di vero.

La casa (o meglio, quello che ne resta) è lì, visibile dalla strada e raggiungibile da una stradina sterrata (probabilmente proprietà privata). Se le ombre delle due persone perite nell'incidente siano ancora visibili, non è dato saperlo. Il tempo, si sa, cancella tutto (o quasi) e anche l'interesse dei curiosi per la "Casa del Cobra" è andato pian piano calando.

Condividi su:

Mappa

Altre notizie: