News

Il vostro cane merita una seconda possibilità

Il vostro cane merita una seconda possibilità

I consigli di Renato Rossi sull'educazione del vostro amico a quattro zampe

Cari lettori,
uno dei bisogni fondamentali del cane consiste nel poter avere un'altra possibilità, un fattore da non sottovalutare che può diventare un problema delicato.

La nostra mente ragiona in modo settoriale, ossia tende ad organizzare, giudicare e farsi un'idea. Ma la mente del nostro amico a quattro zampe non è fatta allo stesso modo: è più genuina, più semplice, più coerente o, se proprio volete pensarla così, più stupida.

Potete definirla come volete, ma il discorso non cambia: non sempre un atteggiamento sgradito da parte del vostro cane in una determinata situazione verrà ripetuto la volta dopo. È possibile quindi che riusciate, dalla volta successiva, a gestire in maniera diversa il comportamento che era risultato sgradito.

Tra i due, almeno in teoria, siete voi rispetto al vostro cane ad avere il controllo della situazione, ma il discorso è più sottile di quanto pensiate: non si parla di controllo del cane, ma del controllo della situazione. Se il contesto porta il cane ad ‘impazzire’, sta a voi tentare di gestire quel costesto in maniera diversa o almeno di provare a farlo.
Per portarvi un esempio pratico, vi racconto di Amy, la mia dobermann di sette anni, che oggi mi ha fatto riflettere sul fatto che si può vivere bene un momento di sosta anche in presenza di una colonia felina. Sì perché lei odia i gatti, ma creandole uno spazio adeguato e intrattenendola nel modo giusto anche Amy è stata in grado di rilassarsi e godersi la sosta.

Riflettete quindi, e date una seconda possibilità al vostro amico a quattro zampe.
A presto, 

A cura del Dott. Renato Rossi
Facebook: Renato Canivacanzieri Rossi 
Cell. 3932131424
Condividi su:

Altre notizie: