Comacchio e Lidi

Bando Imprese, a Comacchio oltre 300mila euro per le attività colpite dalla crisi Covid

Bando Imprese, a Comacchio oltre 300mila euro per le attività colpite dalla crisi Covid

L'assessore Bergonzi: "Risorse soddisferanno quasi l'intera platea dei beneficiari. Tutto si è svolto nella massima imparzialità e trasparenza"


All’indomani della pubblicazione del bando che assegna contributi a fondo perduto per l’importo complessivo di 204mila euro e un ulteriore ristoro TARI di 115mila euro alle imprese che hanno dovuto sospendere l’attività a seguito dei decreti governativi correlati all’emergenza sanitaria, non si è verificato il rischio paventato del potenziale esaurimento dei fondi in poche ore. A fronte delle oltre duecento imprese che potranno beneficiare dei contributi sono state perfezionate circa 90 domande, alcune delle quali peraltro non ammissibili, in quanto relative ad attività non rientranti nei codici ATECO selezionati dall’Amministrazione tenuto conto dei settori maggiormente colpiti dai provvedimenti di limitazione delle attività.

“Sulla base delle nostre stime l’ammontare delle somme messe in campo dall’amministrazione riuscirà a soddisfare le richieste della quasi totalità delle imprese rientranti nella platea selezionata, che riceveranno un contributo di 1.000,00 euro e un ristoro TARI pari al 40% della parte variabile della tariffa. Invito pertanto gli imprenditori in possesso dei requisiti a presentare domanda di sostegno in quanto le risorse sono ancora disponibili” precisa l’assessore alle attività produttive Luca Bergonzi.

“Colgo l’occasione - prosegue l’assessore - per ripercorrere le tappe che hanno portato all’emissione del bando: il Comune ha potuto registrato nel proprio bilancio le somme da assegnare alle imprese solo il 30 novembre, con l’onere di emettere poi un bando, istruire le domande e individuare i beneficiari entro il mese di dicembre pena la perdita dei fondi".

"Con tempi così stretti il sindaco ha incontrato tutte le associazioni di categoria già il 27 novembre nell’ambito del Tavolo consultivo sull’emergenza Covid19 appena istituito e convocato proprio per illustrare le nuove straordinarie misure di sostegno alle imprese, riscontrando peraltro un ampio apprezzamento, sia sull’iniziativa che sul metodo. Sebbene la pubblicazione del bando fosse prevista per il 1° dicembre, l’amministrazione ha posticipato la pubblicazione di due giorni, termine oltre il quale non sarebbe stato possibile istruire le domande. Una pubblicazione già comunque anticipata dal sindaco con alcuni interventi sui social network e, come detto, ampiamente illustrata alle associazioni di categoria".

"Come dimostrano i fatti tutto si è svolto - conclude l’assessore – nel pieno rispetto dei principi di trasparenza e imparzialità”.



Condividi su:
Per fare pubblicità in questo spazio contattaci

Altre notizie: