Comacchio e Lidi

Comacchio, un trasporto scolastico sicuro e vigilato per i ragazzi

Comacchio, un trasporto scolastico sicuro e vigilato per i ragazzi

Gli operatori di Work & Services e i ragazzi del Servizio Civile a bordo con gli studenti per una maggiore sicurezza durante il tragitto casa-scuola


Il Comune di Comacchio continua a fornire il servizio di vigilanza sugli scuolabus per i ragazzi che frequentano la scuola dell’obbligo. L’attività è svolta dalla cooperativa sociale Work & Services che mette a disposizione gli operatori di cui due in servizio sugli scuolabus (andata e ritorno casa - scuola) mentre un altro addetto opera ciclicamente sulle diverse linee di trasporto ed inoltre un operatore è destinato all'accompagnamento degli alunni con disabilità a partire dalla scuola dell'infanzia fino alle scuole superiori (un servizio “porta a porta”).

Il Comune di Comacchio garantisce un ulteriore supporto con tre volontari del Servizio Civile che svolgono la loro attività sia sugli scuolabus (nelle corse di ritorno casa-scuola) che nel servizio di pre-scuola garantito in tutti i plessi scolastici delle scuole primarie del territorio. Complessivamente gli operatori preposti al servizio sono sei.

Il servizio a supporti degli studenti e delle loro famiglie si sviluppa attraverso la vigilanza, il tutoraggio e l’accompagnamento ed è un servizio garantito da anni per ragioni di sicurezza ma anche per fornire il supporto e il rispetto delle regole di convivenza civile sugli scuolabus per scoraggiare eventuali situazioni di conflitto, fenomeni di bullismo, il rispetto delle regole di sicurezza come ad esempio, in questo particolare momento, l’utilizzo dei sistemi di protezione come la mascherina.

“Si tratta di un complessivo sistema di sorveglianza che non tutti i comuni riescono ad offrire. Il nostro Comune intende garantire la necessaria vigilanza per assicurare la sicurezza alle famiglie e agli studenti, specialmente in questo momento che richiede la massima attenzione. Noi - illustra l'assessore all'Istruzione Maura Tomasi - continueremo a garantire la presenza di operatori perché la sicurezza è un imperativo che non si può eludere e chiediamo alle stesse famiglie di affiancarci per fornire agli studenti le migliori condizioni di sicurezza”.

Condividi su:
Per fare pubblicità in questo spazio contattaci

Altre notizie: