Comacchio e Lidi

Stop a teatri e spettacoli dal vivo, Massimiliano Venturi: "Non ci arrendiamo"

Stop a teatri e spettacoli dal vivo, Massimiliano Venturi: "Non ci arrendiamo"

Il commento del direttore artistico della rassegna Teatri sull'Acqua, che ha colorato tante sere d'estate ai Lidi di Comacchio


Con spettacoli partecipatissimi da metà giugno a metà ottobre, I Burattini di Massimiliano Venturi sono stati protagonosti ai Lidi di Comacchio con la rassegna Teatri sull'Acqua, che ha tenuto compagnia e divertito migliaia di spettatori di tutte le età, prevalentemente famiglie che hanno potuto contare su un intrattenimento di grande qualità e godere di performance professionali di compagnie teatrali provenienti da tutta Italia. 

Nonostante il cartellone degli eventi previsti a Comacchio e Ostellato sia arrivato quasi a conclusione, il direttore artistico della rassegna Massimiliano Venturi, come molti colleghi che lavorano nel mondo dello spettacolo, ha appreso con grande rammarico le novità contenute nell'ultimo DPCM, che chiude teatri e cala il sipario sugli spettacoli dal vivo, impedendo spettacoli nelle prossime settimane e probabilmente nei prossimi mesi. 

"Siamo ripartiti a metà giugno - racconta Venturi - dopo mesi di stop forzato, reinventando assieme alle tante istituzioni ed enti pubblici e privati con cui collaboriamo, nuove possibilità in termini di spazi e tempi entro le quali riorganizzare il nostro lavoro. Abbiamo dato continuità alla stragrande maggioranza dei nostri progetti e rassegne, facendo di necessità virtù e capitalizzando quella capacità unica dello spettacolo dal vivo di far di ogni luogo un teatro, arrivando così a recuperare gran parte degli eventi sospesi nei mesi precedenti"

"Distanziati, in piena sicurezza e nel rispetto delle prescrizioni vigenti, abbiamo trascorso un'estate a teatro, registrando sempre grande partecipazione ed entusiasmo da parte del pubblico. Il teatro è un luogo sicuro e i numeri diffusi da AGIS parlano chiaro. Avremmo dovuto trascorrere lo scorso fine settimana tra Comacchio e Ostellato, offrendo al pubblico di tutte le età due pomeriggi di divertimento con i burattini ed il teatro di strada, ma così non è stato".

"E anche se nelle parole e nei decreti del Presidente del Consiglio veniamo dopo le sale bingo, resistiamo e non ci arrendiamo. Non ci arrendiamo e non si arrende lo spettacolo dal vivo. Non si arrende il teatro, che ci sarà sempre e per sempre. Resistiamo e siamo pronti a ritornare davanti al nostro pubblico. Come sempre. Speriamo di poterlo fare al più presto, con i progetti consolidati in questi anni e con tutte le novità che abbiamo in cantiere per la stagione alle porte".

I numeri riportati da AGIS (Associazione Generale Italiana degli Spettacoli), circolati in questi giorni, riferiscono di 2782 spettacoli organizzati dal 15 giugno al 10 ottobre, con un solo caso di contagio rilevato tra i 347262 spettatori partecipanti. 

Condividi su:

Altre notizie: