Comacchio e Lidi

Ripartenza o rigenerazione, tanti spunti dal convegno a Palazzo Bellini

Ripartenza o rigenerazione, tanti spunti dal convegno a Palazzo Bellini

L'incontro è stato organizzato nell'ambito della Sagra dell'Anguilla


Un magnifico sole ha baciato il secondo weekend della Sagra dell’Anguilla di Comacchio, che ha previsto nel suo ricco programma anche un interessante convegno che si è tenuto sabato pomeriggio alla sala polivalente di Palazzo Bellini, dal titolo: “Ripartenza o rigenerazione”, come creare nuove opportunità di lavoro investendo sulle risorse del territorio e della natura.

Ha aperto i lavori Alessandro Menegatti, presidente di Work&Services, organizzatrice della sagra. Menegatti ha raccontato della start up del progetto della lavorazione delle alici marinate sul quale ha impegnato le risorse umane della sua cooperativa sociale: creare lavoro per dare risposte dii socialità. Lo ha sostenuto in questo anche l’intervento del sindaco, Pierluigi Negri, che ha ricordato le grandi sfide che ci attendono: ambiente, materie prime e rifiuti, L’economia circolare, quella che rimette in gioco i prodotti dell’ambiente, potrà dare risposte a questi problemi.

Si sono poi succeduti due interventi, quello di Giovanni Ragusa, direttore dell’ipermercato Despar di via Darsena a Ferrara, che è lo sponsor della Sagra perché, ha detto: siamo da sempre attenti alle iniziative di valorizzazione delle risorse locali. Adriano Tomba, segretario generale della Fondazione Cattolica Assicurazioni ha ricordato che oggi il sistema di sostegno delle Fondazioni non è più la distribuzione di fondi a pioggia, ma l’ascolto dei bisogni dei territori e quindi il sostegno a quelle iniziative che danno dei frutti, che soddisfano i bisogni sociali. Da qui il sostegno che Cattolica sta dando al progetto legato alla marinatura delle alici. “Perché – ha detto – è un progetto di libertà, un progetto innovativo di valori che risponde a dei bisogni sociali”.

Centrale e anche sorprendente per gli orizzonti che ha aperto, l’intervento di Domenico Pedroni, presidente della Fondazione Castello di Padernello. Il suo intervento ha spiegato in modo chiarissimo che cosa sia la rigenerazione e i grandi obiettivi che è in grado di raggiungere. Padernello, nel bresciano, è un paese di 76 abitanti. La Fondazione, formata da volontari, ha ristrutturato nel 2005 l’antico castello medievale, restituendolo alla sua bellezza e funzionalità. Ecco la rigenerazione che cosa ha saputo creare. Un paese di 76 abitanti ha prodotto 60.000 visitatori del castello in un anno, oltre 200 giorni di apertura e manifestazioni. Attorno al castello sono sorti 4 ristoranti che danno lavoro a 60 persone. E adesso apriranno anche 5 nuove attività legate al comparto artigiano, che interagisce col turismo. “Ecco come una risorsa ha aiutato a valorizzare il territorio. Restaurare e riutilizzare, abbiamo semplicemente fatto questo”. E questo deve fare riflettere sulle opportunità che il territorio può offrire in termini di occupazione. Ma bisogna crederci.

Dopo che l’avvocato Fabio dal Seno, del foro di Verona ha spiegato come nascono e quali sono gli obiettivi delle Fondazioni di Partecipazione, che possono unire risorse pubbliche e private, ha chiuso i lavori l’intervento di Davide Rondoni, poeta, scrittore ed editorialista del Resto del Carlino. “Stiamo attraversando una crisi economica gravissima. Siamo schiacciati dalla burocrazia e dallo statalismo, ma abbiamo bisogno del desiderio. E in questo momento c’è una campagna mediatica di distrazione del desiderio”. Perché abbiamo bisogno del desiderio? Perché l’uomo ha bisogno di traguardi che il desiderio è in grado di dettare, ha bisogno di eterno, di credere in un domani. “Dobbiamo essere – ha detto – affamati di desiderio”. Un invito a credere nel futuro, a non farci distrarre da falsi messaggi che vogliono toglierci il piacere e il desiderio della vita. Dobbiamo avere il “sentimento del tempo”, come lo ha definito, citando il titolo di una bellissima raccolta di poesie di Ungaretti, anche lui protagonista in sagra.

Condividi su:

Altre notizie: