Comacchio e Lidi

Comacchio, via libera anticipato al riscaldamento di case e scuole

Comacchio, via libera anticipato al riscaldamento di case e scuole

Con un'ordinanza il sindaco ha accolto la richiesta dell'Istituto Comprensivo per fronteggiare i primi freddi


Il primo freddo si fa sentire e a Comacchio il sindaco Pierluigi Negri ha deciso di anticipare la possibilità di attivare gli impianti di riscaldamento nelle scuole del territorio, raccogliendo la richiesta dell'Istituto Comprensivo locale di poter scaldare in anticipo i plessi della scuola primaria di Comacchio e San Giuseppe, la scuola dell'infanzia di Comacchio e la scuola secondaria Zappata di Comacchio. 

L'ordinanza emanata interessa anche i privati, a cui si concede la possibilità di attivare il riscaldamento domestico già dal 13 ottobre, con due giorni di anticipo rispetto a quanto prevede la normativa, che per la zona climatica di Comacchio (F) fissa il periodo di riscaldamento dal 15 ottobre al 15 aprile, dalle 5 alle 23 per un massimo di 14 ore giornaliere.

"La decisione - spiega l'ordinanza - è scaturita dalla necessità imposta dal repentino abbassamento della temperatura climatica che non garantisce il comfort negli edifici pubblici, in particolare nei plessi scolastici che accolgono gli studenti: i minori, gli anziani e le persone in condizioni sanitarie più fragili rappresentano infatti le fasce più esposte della cittadinanza".

Il documento chiude con la raccomandazione di limitare a 18 gradi (+ 2 di tolleranza) la temperatura negli edifici industriali e artigianali e a 2 gradi (+2 di tolleranza) quella di tutti gli altri.

Condividi su:

Altre notizie: