News

A Ferrara la decima edizione del Mercato Europeo

A Ferrara la decima edizione del Mercato Europeo

Bontà da tutto il mondo lungo viale Alfonso d'Este


Ferrara accoglie la decima edizione del Mercato Europeo del commercio ambulante, la prestigiosa mostra mercato organizzata da Fiva Confcommercio in collaborazione con Ascom Ferrara che coinvolge espositori provenienti da numerosi Paesi stranieri, europei come Austria, Germania, Irlanda, Polonia, Spagna, Ungheria, ed extraeuropei come Argentina, Brasile, Israele, Messico, Thailandia, Tunisia ecc.

Per tre giornate, dal 25 al 27 settembre dalle 9.30 del mattino alle 1.30 di notte la mostra-mercato metterà in vetrina i prodotti enogastronomici e artigianali provenienti da numerosissimi Paesi e da diverse regioni d'Italia: dalle porcellane inglesi, ai gioielli di ambra del Baltico fino ai saponi alla celebre lavanda della Provenza, dalla gastronomia israeliana, passando per le specialità del cioccolato belga, ed ancora le ciambelle tedesche (brezen) fino ai dolci fritti spagnoli (churros) e ai sapori caratteristici della cucina messicana e thai. Presente anche una rappresentanza locale con la ditta Di Maggio e le specialità alimentari della frazione di San Martino, oltre alle giostre per i più piccini del lunapark ferrarese di Roberto Folloni.

La manifestazione vedrà la presenza di una novantina di banchi che, nonostante il momento complesso, tornano a Ferrara e occuperanno per il quarto anno consecutivo, regolarmente distanziati, la vasta area dei Bagni Ducali, il sotto mura e viale Alfonso I d'Este

"Una manifestazione - commenta Davide Urban, direttore generale di Ascom Ferrara - a cui abbiamo voluto dare continuità nel segno delle attese della città che da dieci anni guarda con entusiasmo a questo appuntamento. Questa edizione intende puntare sulla sicurezza senza trascurare la qualità e la varietà delle proposte adatte ad un pubblico ampio di tutte le fasce d'eta. Fondamentale nella ripresa il ruolo della Fiva e degli Ambulanti".  

Gli operatori del Mercato Europeo sono alloggiati nelle strutture ricettive della città. E torniamo all'organizzazione dell'evento: due i livelli di di sicurezza:il primo garantito da due varchi dotati di contapersone e termoscanner (ingressi contingentati con tetto massimo di 3500 persone); il secondo prevede che ogni singola postazione dovrà assicurare mascherine, igienizzanti e percorsi di entrata ed uscita per favorire le norme di distanziamento sociale pur mantenendo il sentimento proprio del Mercato Europeo. 

All'interno del circuito (dove sarà obbligatoria la mascherina) saranno presenti i volontari della contrada di Santa Maria in Vado per favorire il rispetto delle norme.  


Condividi su:

Altre notizie: