Comacchio e Lidi

Dal Ministero fondi alla biblioteca di Comacchio

Dal Ministero fondi alla biblioteca di Comacchio

Grazie ai contributi a fondo perduto saranno acquistati libri per tutte le fasce d'età


Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha messo a disposizione una quota del Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali, per il sostegno del libro e dell’intera filiera dell’editoria libraria, con fondi sono destinati alle biblioteche pubbliche che ne facciano richiesta per acquisti in almeno tre librerie del territorio. Tra queste la Biblioteca civica di Comacchio, a sono state destinate risorse a fondo perduto per 10.000 euro che saranno impiegate per l’acquisto di libri destinati a tutte le fasce di età: adulti, ragazzi e bambini.

Quest'anno, pur con le difficoltà e le chiusure legate all'emergenza sanitaria, non si sono fermati i lavori dell'annuale bando dell'Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia Romagna per erogare contributi a progetti di investimento, restauro, catalogazione e animazione culturale di musei, archivi e biblioteche della Regione. E così il Comune lagunare ha presentato due progetti paralleli e complementari.

Il primo prevede l'allestimento delle tre sale del Museo Delta Antico, destinate alla didattica e agli incontri di approfondimento, che si trovano nel corpo dell'edificio posto sul retro, la cosiddetta Casa del Medico. Su questo progetto ha ottenuto un contributo regionale di 24.000 euro, su un progetto di 67.000 euro complessivi di cui la restante parte è a carico del Comune di Comacchio. Nella prossima stagione primaverile le sale rinnovate accoglieranno ragazzi e adulti in modo piacevole, razionale e aggiornato sui moderni canoni della didattica.

Il secondo progetto è invece destinato alla riqualificazione delle sale della biblioteca Civica L.A. Muratori dedicate ai piccoli utenti di fascia 0-5 anni. Inaugurate ormai quasi vent'anni fa sulla spinta dell'adesione del Comune di Comacchio al Programma italiano di promozione della lettura per l'infanzia "Nati per Leggere", richiedono oggi interventi di rinnovo.

Quindi, nuovi arredi idonei, ma anche riorganizzazione degli spazi e del patrimonio librario in modo più funzionale per favorire l'autonomia e la curiosità dei bambini. Per questo progetto il Comune ha ottenuto un contributo regionale di 8.000 euro. Il progetto complessivo prevede un investimento di 26.800 euro di cui la restante parte è coperta da fondi comunali.

Condividi su:

Altre notizie: