Comacchio e Lidi

Comacchio, esenzione totale per la prima rata del trasporto scolastico

Comacchio, esenzione totale per la prima rata del trasporto scolastico

La decisione della Giunta Comunale in vista della ripresa delle lezioni


La Giunta comunale di Comacchio, nella seduta di lunedì 31 agosto, ha deliberato l’abbattimento integrale e per tutti gli utenti, del costo per il servizio di trasporto scolastico per il periodo settembre-dicembre dell’anno scolastico 2020-2021: pertanto le famiglie che utilizzano il servizio di trasporto scolastico per i loro figli e che avrebbero dovuto versare la prima rata entro il mese di settembre 2020, non dovranno pagare nulla e il beneficio verrà applicato automaticamente senza la necessità di alcuna formalità.

Come noto la Regione Emilia Romagna ha previsto abbonamenti gratuiti per tutti gli under 14 dell’Emilia Romagna per spostarsi con gli autobus del trasporto pubblico locale (autobus di linea) ed i treni lungo i percorsi casa – scuola e nel tempo libero.

A Comacchio, come in molti Comuni di medio piccole dimensioni (per l’età dei fruitori, gli orari di apertura delle scuole, la dislocazione territoriale degli utenti) il percorso casa – scuola - casa non viene realizzato dal trasporto pubblico locale, ma da un servizio specifico di trasporto scolastico attivato in via esclusiva dal Comune, la cui fruizione non rientra pertanto nell’ambito di applicazione delle misure di sostegno previste dalla Regione, solo per il trasporto pubblico locale.

Il Comune di Comacchio, ad integrazione del pacchetto di misure di sostegno alle famiglie connesso all’emergenza epidemiologica varato nei mesi scorsi, ha inteso destinare risorse al sostegno del trasporto degli studenti esclusi dalle provvidenze regionali aumentando così il suo contributo per il servizio di trasporto scolastico di cui le rette pagate dalle famiglie coprono il 13,74% del costo complessivo del servizio,

Per il momento, quindi, l’esenzione riguarda la prima rata del pagamento, con un risparmio variabile fra 60 e 85 euro ad iscritto.

Condividi su:

Altre notizie: