Delta

Un'estate ricca di eventi all'Abbazia di Pomposa

Un

Dopo le tante iniziative delle scorse settimane proseguono le occasioni per godersi gli esterni del parco codigorese


Nonostante la chiusura del Polo Museale, Pro Loco Codigoro in collaborazione con l'Ufficio Iat Abbazia di Pomposa e con il Patrocinio del Comune di Codigoro hanno fatto vivere il Parco Abbaziale con una serie di iniziative dedicate ai più piccoli ed alle loro famiglie, mentre altri eventi sono in programma per il mese di luglio.

Domenica 21 e domenica 28 giugno 'Bimbi a Pomposa' ha portato la mascotte del maneggio l'Ippogrifo, il mitico Pony Sansore lungo i sentieri del Parco Abbaziale per far fare un giretto a tutti i bambini presenti, circa 250 famiglie per i due eventi con protagonisti i personaggi di Campanellino e Peter Pan, che hanno creato bolle di sapone magiche e letto storie incantate.

Sabato 27 giugno le protagoniste sono state invece le mamme in attesa, con i loro pancioni decorati dalla bravissima Agnese Bregoli, artista di Belly Painting. Le gestanti sono state accolte in un set fotografico dedicato dove un fotografo professionista, Pierluigi Cavalieri Brentani le ha immortalate con tutta la famiglia in uno scenario unico: l'Abbazia di Pomposa, che con i suoi giochi di luce ed i suoi colori si è prestata magicamente.

Sempre sabato 27 giugno si è tenuto il 'Pic Nic nel Parco – Gelato creativo' in collaborazione con il Bar Ristorante 'La Cueva', con gelato offerto a tutti i bimbi presenti e laboratorio creativo con tempere e spugne colorate.

Domenica 28 giugno è stata la volta dell'iniziativa 'Yoga all'Abbazia', una lezione di yoga tradizionale e Pranayama adatta a tutti, principianti ed esperti, ancor più efficace praticata all'aria aperta, con il contatto di terra, erba e sole, in diretto contatto con la natura.

In più, in occasione della Festa europea dell'Archelogia (dal 19 al 21 giugno), è stata ideata una interessante visita guidata, un viaggio nel tempo alla scoperta dei bacini ceramici del Campanile romanico dell'Abbazia di Pomposa e dei misteri d'oriente racchiusi nel suo atrio; la guida professionista Menotti Passarella, con l'uso di un cannocchiale monoculare di ultima generazione, ha fatto scoprire ai fortunati viaggiatori gli elementi figurativi delle ceramiche e dei marmi affissi gli esterni pomposiani. La ripresa video della visita guidata (disponibile cliccando qui)  è stata condivisa dal Ministero della Cultura francese (promotore dell'iniziativa) e dalla Direzione Musei Emilia Romagna.

Il 21 giugno si è svolta invece la Festa della Musica. Per l'occasione la guida professionista Simonetta Mignatti Sovrani assieme alla docente Marinella Massarenti, hanno celebrato la figura di Guido Musico e la nascita della notazione musicale, lì dove tutto ebbe inizio: Pomposa. Al termine della visita guidata, si è svolto un concerto di musica medievale con lezione della evoluzione musicale, da Guido Monaco ai giorni nostri; un viaggio nel tempo musicale che ha lasciato tutti estasiati e stupiti.

A giugno, tutte le visite guidate tematiche in programma hanno registrato il massimo tetto consentito di presenze per le norme anti-covid19, comprese quelle organizzate presso l'Oasi Naturalistica Garzaia di Codigoro, hanno portato l'attenzione su piccoli tesori nascosti ai nostri occhi: le falene e le lucciole in occasione di 4 visite guidate che hanno avuto un ottimo risultato riscontro di visitatori, con circa 60 partecipanti ogni volta.

EVENTI IN PROGRAMMA A LUGLIO 

Tanti sono ancora gli eventi in cartellone per il mese di luglio, i primi in programma sabato 4 luglio. Alle 10.30, si terrà il 'Laboratorio Tattile Sensoriale Montessoriano', un percorso pieno di avventura e scoperta adatto a bimbi da 0 a 6 anni, da farsi con mamma, papà, zii o nonni, grazie alla collaborazione delle Tate del Nido d'Infanzia Comunale Pirin Pin Pin e con 'Il Bosco delle Meraviglie'. 

Alle 16.30, nello spazio ombreggiato del Parco Abbaziale, si terrà uno speciale 'Laboratorio Verde' dedicato all'utilizzo, alla identificazione ed alla ricerca delle erbe spontanee del Delta del Po, a cura di Paola Bentivogli. 

E in attesa della riapertura del percorso museale pomposiano (ancora chiuso dopo l'emergenza sanitaria), l'ufficio Iat Abbazia di Pomposa, intende mantenere viva l'attenzione. Da qui l'idea di rimodulare le visite guidate al Plesso Pomposiano. Accompagnati dalle guide professioniste si potrà assistere ad una visita di un'ora agli esterni pomposiani, alla scoperta di simboli pagani, bacini ceramici impressi sul campanile, di testimonianze sull'occupazione nazista di Pomposa, sulla sua rovina e la rinascita nel tempo.

Condividi su:

Altre notizie: