News

Pianeta Clara, oltre 4.300 studenti coinvolti e 200 incontri

Pianeta Clara, oltre 4.300 studenti coinvolti e 200 incontri

Numerose le attività realizzate con modalità di didattica a distanza


Si è concluso l’anno scolastico 2019-20, un anno che passerà alla storia, tra i tanti aspetti legati alla pandemia, anche per la didattica a distanza che ha necessariamente caratterizzato tutte le attività scolastiche da marzo in poi.

Anche Clara, con la collaborazione delle cooperative che la affiancano nel progetto di educazione ambientale Pianeta Clara, si è impegnata da subito a riadattare le proposte rivolte alle scuole, convertendo in modalità digitale alcune delle attività originariamente pensate per essere svolte in presenza.

Gli incontri sono stati riprogettati offrendo soluzioni diversificate anche in base ai suggerimenti degli insegnanti. Numerose sono state le risorse rese disponibili da subito online attraverso il portale dedicato Pianetaclara.org e attraverso la rubrica settimanale “Pianeta Clara… da casa” sulla pagina Facebook di Clara.

In più, sono state svolte vere e proprie lezioni in diretta streaming: la risposta è stata molto positiva da parte di docenti e studenti. Sono quasi 1.800 gli alunni raggiunti con questa modalità: 88 le classi coinvolte, 53 le ore di aula virtuale realizzate con le classi in collegamento da casa. Sommate a quelle che avevano svolto le attività prima della chiusura, sono in tutto 217 le classi che hanno portato a termine il percorso didattico gratuito di Clara Spa, tra scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado e istituti di istruzione superiore. Un totale di oltre 4.300 studenti coinvolti e 200 incontri tra laboratori in presenza e in modalità di didattica a distanza.

I due concorsi promossi quest’anno, il photocontest #Claraforfuture e la sfida/quiz online in occasione della giornata internazionale della terra #Clickforfuture, hanno visto alcune classi particolarmente virtuose: si sono distinte in particolare la scuola primaria di Renazzo, la scuola secondaria di primo grado di Lagosanto e l’ITE-ITT di Portomaggiore per le scuole secondarie di secondo grado. L’obiettivo dei concorsi è stato quello di promuovere il riciclo creativo per i più piccoli e fornire uno stimolo alla competizione verso la sostenibilità per i più grandi.

A settembre, con la riapertura dell’anno scolastico, Pianeta Clara tornerà nelle scuole per completare i percorsi didattici in quelle classi in cui non è stato possibile affrontarli entro giugno e per intraprenderne di nuovi.

Il progetto è dedicato alle scuole dei 19 Comuni serviti da Clara, con l’obiettivo di coinvolgere i più giovani e di sensibilizzarli verso un agire virtuoso, con stili di vita sostenibile e seguendo i princìpi dell’economia circolare. Con i più piccoli ci si concentra sull’importanza e sulla corretta raccolta dei rifiuti e le tipologie dei materiali, con i grandi vengono affrontati temi sempre più mirati, dai comportamenti virtuosi alla riduzione degli sprechi fino ai goal contenuti nell’Agenda 2030. La progettazione delle attività è curata dalle cooperative Atlantide e Lumaca, con la collaborazione di Girogirotondo.

Condividi su:

Altre notizie: