Comacchio e Lidi

Riapertura discoteche, riparte la movida tra distanziamento e registro delle presenze

Riapertura discoteche, riparte la movida tra distanziamento e registro delle presenze

Le linee guida stabilite dalla Conferenze delle Regioni in vista del 15 giugno


Sono state approvate il 9 giugno dalla Conferenza delle Regioni le linee guida per la riapertura di centri termali, congressi fieristici, sale da gioco, ma anche di discoteche e locali da ballo. Con la stagione estiva ormai entrata nel vivo e l'attività balneare avviata non senza difficoltà sulle nostre spiagge, la ripartenza dal 15 giugno dei locali della movida delle serate danzanti e musicali in genere era finora in stand-by ma attesissima soprattutto dai più giovani. 

Il principio di base, anche per le discoteche, resta quello generale di garantire distanziamento interpersonale e sanificazione degli spazi. Nello specifico, secondo quanto previsto dalle linee guida: 

- Gli ingressi dovranno essere contingentati, in modo da garantire la possibilità di mantenere almeno un metro di distanza tra le persone e due metri tra chi si trova sulla pista da ballo;
- Si potrà ballare solo in spazi aperti;
- Negli spazi chiusi sarà necessario indossare la mascherina;
- Le casse per il pagamento dovranno essere schermate e le file ordinate;
- Non sarà possibile consumare i drink al bancone del bar;
- Se previsto, per il servizio guardaroba bisognerà riporre gli indumenti in appositi sacchetti porta abiti.
  
Inoltre, bisognerà privilegiare la prenotazione telematica dell'accesso ai locali e tenere possibilmente un registro delle presenze per 14 giorni. Resta inteso che tutte le superfici dovranno essere pulite e disinfettate frequentemente, e dovrà essere garantito un frequente ricambio d'aria negli ambienti chiusi.
 
Condividi su:

Altre notizie: