News

Che fine ha fatto l'app Immuni?

Che fine ha fatto l

Tanti dubbi e perplessità a pochi giorni dal presunto lancio ufficiale


Se ne parla da settimane ma ancora non c'è traccia della famigerata App Immuni, applicazione per smartphone che servirà a tracciare i contatti degli italiani ormai liberi dalla quarantena e a far emergere gli incontri con coloro che sono positivi al Covid19.

Dopo la messa a punto dell'applicazione, sviluppata dall'azienda italiana Bending Spoons, il Governo ha annunciato una sperimentazione per fine maggio, con il lancio ufficiale che dovrebbe in teoria arrivare comunque entro giugno

Nel frattempo sono state rilasciate le prime immagini relative all'interfaccia di Immuni, ma poco chiaro resta il meccanismo di funzionamento dell'applicazione. Molti sono gli aspetti ancora non definiti, per non parlare dei dubbi e delle preoccupazioni in materia di privacy e sicurezza, sollevati in questo periodo dal Copasir, il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, che nei giorni scorsi ha attivato una serie di audizioni allo scopo di mettere nero su bianco le criticità rilevate sul funzionamento dell'app.

Il risultato è una relazione finale, redatta dal senatore Paolo Arrigoni (Lega) e dal deputato Paolo Zennaro (M5S) che affronta le problematiche relative alla privacy degli utilizzatori, problematiche tecniche e addirittura criticità di natura politica. 

Tra quelle di natura tecnica, ha generato perplessità la scelta di basare il tracciamento sulla poco sicura tecnologia Bluetooth (che consente di individuare i contatti ma non gli spostamenti come farebbe un Gps) e non convince la modalità di registrazione e inserimento dei dati. L'applicazione funzionerà su tutti gli smartphone? Si riusciranno ad evitare discriminazioni che taglieranno fuori alcuni utenti tecnologicamente meno avanzati? Come saranno utilizzati i dati raccolti dall'app?

E inoltre, cosa succederà quando si verrà allertati di aver avuto un contatto a rischio? Come si dovrà procedere? Cosa accadrà a chi non la installa?

Una miriade di dubbi ancora in piedi pochi giorni prima dal lancio dell'applicazione, ma anche pochi giorni dopo la fine di un lockdown che ha già dato il via libera a spostamenti e ha visto riprendere gran parte delle relazioni sociali. Eppure Immuni potrebbe ancora avere un senso: spiegarci con chiarezza quale (e secondo quali modalità) potrebbe intanto essere un buon passo avanti. 

In foto le schermate di App Status rilasciate da Bending Spoons
Condividi su:
Per fare pubblicità in questo spazio contattaci

Altre notizie: