News

Giornata Mondiale dell'Infermiere, professionalità e impegno in corsia

Giornata Mondiale dell

Il 12 maggio si celebra la Giornata Internazionale dell’Infermiere, una data che quest'anno in particolare assume un valore celebrativo particolare e diventa l'occasione per rendere il giusto tributo ai tantissimi professionisti impegnati nei reparti ospedalieri e nelle strutture di cura appesantite da un'emergenza sanitaria che ha fatto 'tremare i polsi' anche a chi come loro è abituato ad affrontare quotidianamente situazioni critiche. 

Per riflettere sul significato di questa giornata, riportiamo il pensiero di Giordano Cotichelli, infermiere e docente nei corsi di Infermieristica, oltre che 'Nurse Reporter' di Nurse24, portale di riferimento per la professione. 

"Il 12 maggio è giusto che assuma valenza globale, in omaggio ai tanti Paesi poveri di cui non sapremo mai con precisione i grandi numeri della tragedia in atto. Se ha un senso parlare nella giornata del 12 maggio, questo non può che legarsi al bisogno di parlare dei Paesi che hanno maggiori problemi, come specchio delle difficoltà di questo Paese. Lungo questa prospettiva la Giornata Internazionale dell’Infermiere assume peso, si libera di qualsiasi retorica autorefenziale e si dà un respiro che va oltre le tragedie quotidiane in cui il senso di soffocamento, devastante, non riguarda solo i malati e non è dato solo dal SARS-Cov-2. Il 12 maggio del 2020 deve rendere merito a chi lotta oggi e a chi non può più lottare, nella consapevolezza che niente sarà più come prima".

Nell'immagine, una recente opera di Bansky

Condividi su:

Altre notizie: