News

Gurgon, il lago del mistero

Gurgon, il lago del mistero

A Caprile di Codigoro c'è un lago che non la racconta giusta

A Caprile, piccola frazione del Comune di Codigoro (Fe) vi è un piccolissimo bacino d'acqua, grande non più di 25 metri di diametro, che gli abitanti del luogo chiamano "Gurgon". Un laghetto avvolto da un'aura di mistero: nessuno sa come si sia formato su questo terreno, dove pare che prima della formazione del bacino acquifero sorgesse una grande casa.

Negli anni il terreno, per cause che nessuno conosce, è sprofondato portandosi dietro la vecchia casa e la voragine che si è formata si è riempita d'acqua dando vita al "Gurgon". La maledizione del luogo sembra trovare riscontro anche per la disgrazia di due ragazzi che annegarono nel lago mentre facevano il bagno con un gruppetto di amici negli anni Cinquanta.

Per cercare di evitare altre disgrazie, si tentò più di una volta di ricoprire di terra il bacino, ma inutilmente: il buco sembrava davvero non avere fondo. Alcuni cercarono si svuotarlo con delle potenti pompe idrovore, ma quando sembrava di riuscire a vedere il fondo, dopo qualche ora il bacino era nuovamente pieno d'acqua.

Poichè la zona sulla quale sorge il laghetto è ricca di metano, questo spiegherebbe l'instabilità del fondale che è stato misurato qualche anno fa e non supererebbe comunque i 15 metri di profondità. 

Indimenticabile per gli abitanti della zona, l'avvistamento proprio nel laghetto misterioso, di un alligatore mai più ritrovato. Avvistato da un contadino, nel Luglio 2016, il coccodrillo venne cercato per giorni dai vigili del fuoco, senza successo.

Tra realtà e legenda, Gurgon continua ad essere uno dei tanti misteri e delle tante curiosità che la campagna del Delta custodisce gelosamente.

Condividi su:

Altre notizie: