Comacchio e Lidi

Afarc sostiene gli associati: quota ridotta, servizi potenziati

Afarc sostiene gli associati: quota ridotta, servizi potenziati

Varate dal Cda le misure per contrastare la crisi di terziario e commercio


“Vogliamo agevolare chi, in una situazione irreale come quella che si sta vivendo, ha bisogno di supporto”. È questo lo spirito che ha mosso l’Associazione Afarc Usarci Confimpresa ad approvare la riduzione del costo della quota associativa per i nuovi iscritti dell’anno 2020, nonchè il potenziamento dei servizi offerti agli iscritti storici.

Come riporta il presidente Andrea Cavalieri Foschini, sono state centinaia in queste ultime settimane le mail e le chiamate degli associati bisognosi di risposte e chiarimenti sugli adempimenti burocratici relativi all’indennità Covid19 di 600 euro, alle domande per le prestazioni integrative Enasarco, alla sospensione di tasse e mutui, aziendali e privati.

Non sono mancate poi le richieste di consulenza su come gestire i rapporti con fornitori e aziende mandanti. Una situazione difficile per i comparti del terziario e del commercio che ha portato gli associati stessi a scoprire (o riscoprire) l’importanza di poter contare su una guida esperta come Afarc Usarci Confimpresa.

“Da inizio crisi Covid-19 siamo in prima linea per aiutare tutti gli imprenditori, agenti di commercio, liberi professionisti, commercianti e artigiani, estetiste e parrucchieri” evidenzia Cavalieri Foschini. “Mai prima d’ora è importante essere uniti e comprensivi. Abbiamo rimodulato la quota associativa per Agenti Commercio da 120 euro a 99 euro, e per le imprese da 150 euro a 119 euro”.

“Un forte segnale a dimostrazione di una vicinanza compatta”, senza dubbio. 

Gli uffici territoriali di Afarc Usarci Confimpresa, diretti dalla dottoressa Antonella Stefanelli, rimangono a disposizione per consulenze telefoniche e video-consulenze secondo i regolari orari di apertura. 

Per informazioni è sempre possibile contattate il numero 0532465720 oppure scrivere a info@afarc.it.

Condividi su:

Altre notizie: