News

Spesa alimentare: che fine ha fatto il lievito?

Spesa alimentare: che fine ha fatto il lievito?

Alla ricerca dell'ingrediente perduto: i consigli per sostituirlo

Spesa nel proprio Comune, spesa nel supermercato più vicino, spesa come motivo valido per uscire di casa autocertificati. Mentre i decreti si susseguono, le strategie di acquisto si affinano e gli ingredienti più ricercati diventano il lievito e la mozzarella.

Sui social aumentano gli appelli: “Lasciatemi il lievito!”

Il motivo è semplice e magnificamente italiano: la pizza. Simbolo di italianità all'estero, piatto nutriente, equilibrato e 'sfizioso' è una delle scelte principali in questo periodo di quarantena.

Se il lievito è introvabile esiste un'alternativa per scongiurare per sempre questo disagio: la pasta madre fatta in casa.

Abbiamo recuperato una ricetta semplice per 'autoprodursi' questo affascinante e storico ingrediente, utilizzabile tanto per la pizza quanto per le altre ricette, tanto dolci quanto salate. Ricordando che la 'pasta madre' è anche più salutare del diffuso lievito di birra.

Ingredienti di partenza: 200gr di farina tipo 0 e 100ml di acqua fredda (semplice, no?)
Occorrente: ciotola, barattolo di vetro, un panno e la pellicola trasparente

Preparazione:
In una ciotola versa la farina e aggiungi l'acqua un po' per volta per ottenere un impasto morbido, poi versa il composto nel barattolo, che avrai leggermente infarinato in precedenza, incidi con una 'X' e copri con un panno umido e la pellicola.

Lascia riposare per 48 ore a una temperatura tra i 18° e i 25°, dopodiché preleva 200gr del composto (che sarà lievitato) e aggiungi ancora 200gr di farina 0 e 100ml di acqua, ripetendo la lievitazione di 48 ore. Questa procedura è chiamata dagli appassionati “nutrire la pasta madre” e va ripetuta per due settimane prima che il lievito sia pronto per essere usato nella realizzazione delle ricette.

Attenzione, perché se non nutrita la pasta madre “muore”, basti pensare al caso del centenario lievito madre del Pandoro Melegatti, che in un momento di crisi fu salvato da alcuni operai virtuosi.

Quando finalmente avrai la tua pasta madre potrai dosarla per l'impasto della pizza nella proporzione di 150gr per 500gr di farina. Ma questa... è un'altra ricetta!

Condividi su:

Altre notizie: