Comacchio e Lidi

Coronavirus, nuovi contagi nel Delta: 3 casi a Codigoro, 1 a Comacchio

Coronavirus, nuovi contagi nel Delta: 3 casi a Codigoro, 1 a Comacchio

Tre nuovi casi di contagio da Coronavirus a Codigoro e uno a Comacchio, oltre diversi altri nel resto della provincia. È il bilancio della giornata, risultato delle analisi eseguite sui numerosi tamponi che in questi giorni tengono impegnati gli instancabili tecnici di laboratorio.

A confermare i nuovi tamponi positivi, via Facebook, sono i sindaci di Codigoro Alice Zanardi e il sindaco di Comacchio Marco Fabbri, dove annuncia anche che altri 11 tamponi relativi ad altrettanti concittadini sono in attesa di risultato: "Dall’inizio dell’epidemia - spiega Zanardi - registriamo pertanto 10 casi positivi e 7 negativi. Ci sono tre pazienti codigoresi ricoverati presso l’ospedale del Delta; tra loro, uno è in condizioni stabili, ma serie".

"Dai dati nazionali, non sappiamo ancora se il ritmo dei contagi abbia raggiunto il suo apice: il numero dei morti è altissimo. La quarantena e la limitazione della libertà di circolazione, che non piacciono a nessuno, ma dovranno proseguire; la catena del contagio deve assolutamente essere spezzata, ed ognuno di noi è chiamato a fare fino in fondo la sua parte. Ce lo chiede il fatto di essere parte di una comunità nazionale, ce lo chiede il buonsenso, ce lo chiede la necessità di proteggere le persone che amiamo, ce lo chiede la nostra coscienza".

"Come tutti voi - aggiunge Zanardi - sono molto preoccupata. Ho l’impressione che in futuro ci troveremo a dover affrontare momenti molto duri e che la nostra comunità dovrà superare prove assai difficili: ma ho anche una grande fiducia. In tutta la mia esperienza politica, ed in particolare in questi quattro anni come vostro sindaco, ho avuto modo di conoscere le esperienze e l’animo di tanti codigoresi". 

La nostra comunità ha superato le devastazioni della guerra, la miseria della ricostruzione, le distruzioni delle alluvioni, i momenti bui della crisi economica. Supereremo anche questa prova. Siamo gente dal cuore buono, ma abbiamo una tempra d’acciaio. Manteniamo i nervi saldi, osserviamo le disposizioni sanitarie, stringiamoci attorno alle persone che amiamo. Uniti, tutti insieme, supereremo anche questa prova".

Condividi su:

Altre notizie: