Comacchio e Lidi

Coronavirus, aperti i bar delle stazioni di servizio: "Per i lavoratori"

Coronavirus, aperti i bar delle stazioni di servizio: "Per i lavoratori"

All’indomani della dichiarazione dello stato di Pandemia da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità l’Italia si sveglia con tante serrande abbassate: è l’effetto dell’ultimo Decreto del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che stabilisce la chiusura di tante attività commerciali per ostacolare il contagio da Coronavirus.

Tante, non tutte. Ad esempio, ha stupito più di qualcuno, in questo 12 marzo surreale, la normale apertura dei bar collegati alle stazioni di servizio. Il Decreto Conte infatti consente l’attività degli “esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro”.

Solo lungo le autostrade e lungo le strade a lunga percorrenza come la Statale Romea, quindi, i comuni bar restano operativi. “Siamo a servizio dei lavoratori” commenta Cora Bonazza, che nel territorio comacchiese gestisce la stazione di servizio Eni (con annesso bar) a San Giuseppe, lungo la statale Romea.

“Nel momento in cui non si ferma l’attività degli autotrasportatori di conseguenza un’attività come la nostra diventa un servizio indispensabile innanzitutto per questa categoria di lavoratori”.

Un servizio che, nel caso specifico, la stazione Eni di San Giuseppe continuerà a garantire: “La nostra compagnia rappresenta lo Stato Italiano, siamo consapevoli di quanto si tratti di un’attività effettivamente utile e non superflua. Da qui la decisione di restare operativi”.

Cogliamo infine l’occasione per un veloce ripasso sulle attività commerciali di vendita al dettaglio e quelle dedicate ai servizi alla persona che volendo restano in attività, così come specificato negli allegati al Decreto dell’11 marzo.

Commercio al dettaglio
Ipermercati
Supermercati
Discount di alimentari
Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione
Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
Farmacie
Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale
Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Servizi per la persona
Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
Attività delle lavanderie industriali
Altre lavanderie, tintorie
Servizi di pompe funebri e attività connesse

A queste si aggiungono le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie, le pubbliche amministrazioni, le attività produttive e le attività professionali, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi. Resta inoltre consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto (qui un approfondimento a proposito).

Condividi su:
Per fare pubblicità in questo spazio contattaci

Altre notizie: