News

Stress da rientro al lavoro? Un grande classico delle feste (finite)

Stress da rientro al lavoro? Un grande classico delle feste (finite)

È un grande classico delle feste, come la tombola con amici e parenti, i cartoni Disney in tv, il cinepanettone degli anni Novanta-Duemila. È lo stress da rientro, un classico delle feste, ma delle feste finite. 

Una sindrome di cui soffre almeno un italiano su tre, dicono le statistiche. Ma siam pronti a scommettere che quello sconforto che arriva con l'epifania (che tutte le feste porta via) in realtà tocchi per un attimo tre italiani su tre. Vacanze finite, si torna in ufficio, in fabbrica o chissà dove per riprendere da dove avevamo lasciato. Con musi lunghi che ci porteremo addosso per qualche giorno.

Un classico paradosso, quello delle vacanze natalizie o estive che siano: le desideriamo all’inverosimile per poter staccare la spina, riposare, ricaricare le batterie e divertirci, ma una volta finite piombiamo in quello che in inglese si chiama ‘post-vacation blues’, una sentimento malinconico che è del tutto fisiologico e fortunatamente passa in fretta, magari con qualche aiutino.

Non stiamo suggerendo farmaci o rimedi impegnativi. Posto che lo scombussolamento ormonale dovuto al cambio dei nostri ritmi da un giorno all’altro passerà in brevissimo tempo, una soluzione efficace per accompagnare questa ‘pesante’ transizione potrebbe essere proprio quella di pensare alle prossime vacanze!

Ebbene sì, non è mai troppo presto per organizzare un nuovo weekend fuori porta o un viaggio in una città che non abbiamo mai visitato. Destreggiarsi tra le prenotazioni di voli e hotels e fantasticare su itinerari e attività potrebbe salvarci, anche se dovesse essere solo per inganno: basterà poco infatti alla nostra mente per entrare nuovamente nella modalità ‘lavorativa’ e, a quel punto, potremo comunque organizzare il prossimo viaggio, ma magari con più lucidità e calma.

Il 7 gennaio, giorno da rientro per eccellenza, d’altronde ‘dista’ solamente 9 settimane dalla primavera. Da lì alla piena estate il passo è breve, coraggio!

Condividi su:

Altre notizie: