Comacchio e Lidi

Legambiente e i pescatori a caccia di rifiuti a Porto Garibaldi, in un mese recuperati 4 quintali di plastica

Legambiente e i pescatori a caccia di rifiuti a Porto Garibaldi, in un mese recuperati 4 quintali di plastica

Per il secondo anno consecutivo, enti, società e associazioni in indirizzo hanno aderito a Comacchio all’appello per favorire il recupero dei rifiuti marini (il cosiddetto Marine Litter) che i pescatori di Porto Garibaldi recuperano con le loro reti durante la pesca in mare.

Il progetto sperimentale, denominato Fishing For Litter e lanciato a Porto Garibaldi lo scorso anno da Legambiente Delta, impegna infatti i pescatori a riportare in porto, sulla banchina, i rifiuti recuperati con le reti. I volontari di Legambiente poi si occupano di censire e caratterizzare i rifiuti, stoccandoli in appositi cassonetti dedicati e affidati poi a Clara, che provvede a conferire i rifiuti recuperati.

Clara, come il Comune di Comacchio, ha rinnovato interesse e impegno in tale senso, deliberando l'adesione alla nuova edizione di Fishing for Litter e firmando il protocollo di intesa previsto. 

A loro si unisce quest'anno anche la banca Bnl Gruppo Bnp Paribas, promotrice con Legambiente Italia della campagna 'Zero Plastica in Mare', che si pone l'obiettivo di liberare mare e fiumi da almeno 15 tonnellate di plastica, (l’equivalente di oltre 340mila bottiglie) entro il 2021, rispondendo a livello nazionale a un’emergenza ormai mondiale con il coinvolgimento dei porti e dei corsi d’acqua di Emilia - Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Liguria, Lazio, Marche e Campania.

A livello locale invece, il primo step di Fishing for Litter a Porto Garibaldi ha visto recuperati, nel mese di ottobre, oltre 4 quintali di rifiuti, catalogati dai volontari del circolo Legambiente Delta del Po: l’89% è materiale plastico, 2% gomma, 2% metallo, 3% carta e cartone, 2% tessili e un restante 3% è costituito da rifiuti particolari (Raee e ingombranti).

L’iniziativa è stata presentata oggi proprio a Porto Garibaldi nella sede della Cooperativa Piccola Grande Pesca con gli interventi di Lorenzo Mancini (Legambiente Emilia Romagna), Serena Carpentieri, vice direttrice di Legambiente Italia, Mauro Bombacigno (BNL - BNP Paribas), Marco Fabbri, sindaco del Comune di Comacchio e di Alida Padovani per Clara e Marino Rizzati, presidente di Legambiente Delta del Po.  

Condividi su:

Altre notizie: