Delta

Inaugurato a Codigoro un nuovo centro diurno per pazienti psichiatrici

Inaugurato a Codigoro un nuovo centro diurno per pazienti psichiatrici
Una nuova struttura diurna, dedicata ai pazienti con disturbi psichiatrici è stata inaugurata a Codigoro. Si tratta del Club House, gestito da Scacco Matto, società con sede a Ferrara che si occupa di servizi per la salute mentale. 

Alla cerimonia, in via IV Novembre (all'interno del Palazzo Spada) hanno partecipato venerdì mattina il sindaco Alice Zanardi, l'assessore Melissa Bianchi, la responsabile e la coordinatrice del Servizio Psichiatrico Territoriale, Gabriella e Donatella Rossi, e per Scacco Matto la coordinatrice Sara Mantovani e l'amministratore unico Wladimir Fezza. 

“Siamo approdati qui un mese fa. La struttura  – ha spiegato Fezza – è pensata per i pazienti con disturbi psichiatrici, funziona come un club (da qui il nome) ed è parte integrante del nostro progetto. In tutta la provincia di Ferrara seguiamo 165 pazienti psichiatrici con 50 posti residenziali e il fiore all’occhiello della nostra mission è l’inserimento lavorativo degli stessi pazienti. Venti utenti sono già stati assunti e venti sono tirocinanti”.

Dopo il taglio del nastro ha preso la parola anche il sindaco Alice Zanardi, ringraziando Fezza e lo staff dei suoi collaboratori per aver realizzato una Club house nel cuore di Codigoro. “Per noi è un piacere e un onore accogliervi qui: vi farete conoscere al meglio e potrete contare sulla collaborazione dell’associazione Insieme si può, ma anche delle altre associazioni del territorio, attive e sempre disponibili, che sapranno certamente offrirvi il loro supporto. Anche l’amministrazione comunale vi assicura pieno sostegno. Non c’è posto per il pregiudizio, ma solo per l’accoglienza e per l’inclusione. Siamo a vostra disposizione”.

"Le persone, con le loro potenzialità, con il loro bagaglio di esperienze e con le loro qualità - ha sottolineato Gabriella Rossi - sono la vera risorsa del centro diurno, all’interno del quale possono cogliere la loro dimensione ideale, incontrando altre persone e confrontandosi con loro, dedicandosi anche a momenti di svago e avvicinandosi a opportunità di inserimento lavorativo. Ho visto nascere la realtà di Portomaggiore e ho constatato quanto sia cresciuta in questi anni. Ho sempre creduto nella qualità di questo progetto ed è proprio l’inclusione l’aspetto più importante, quello strategico, perché tende a migliorare e a stabilizzare le condizioni psichiche dei pazienti”. 
  
Nella Club house chi vive un disagio mentale è il benvenuto, è benvoluto ed è atteso ogni giorno, svolgendo un ruolo attivo, perché ciascuno sarà invitato a fornire un contributo in base alle proprie abilità e competenze. Si possono svolgere attività di segreteria e ufficio, cucina, organizzazione dei trasporti, manutenzione, ricerca impiego, programmi educativi e molto altro ancora. La mission della Club house non è improntata sulla cura, ma sul coinvolgimento attivo del paziente, costantemente stimolato e incoraggiato a ritrovare la propria dimensione di vita e, con essa, la dignità di persona, di lavoratore o lavoratrice.

Club House risponde 24 ore su 24 al numero di telefono 0532092607

Condividi su:

Altre notizie: