News

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Rispetto, amore e gentilezza non devono passare di moda


Sono una donna fortunata. In tutta la mia vita mai un uomo ha alzato le mani su di me. Nessuno che mi abbia sminuita o pesantemente offesa, nessuno che mi abbia mai imposto regole comportamentali dettate da infantili insicurezze o, peggio, da dogmi sociali o culturali retrivi.

Questo mi ha portata, involontariamente, a sottovalutare un evidente problema sociale, con percentuali di incidenza spaventosamente in crescita, che trascende ogni mio pensiero razionale.

Nel momento in cui provi a capire però, ti accorgi che il problema diventa anche tuo. Dal principio è solo un disagio, poi, tra le parole di chi ti racconta violenze e soprusi, assapori la rabbia, la paura e l'impotenza. Ne delinei i contorni nei loro occhi vitrei, nel loro tremore e nell'istintiva via di fuga di fronte a un semplice gesto di aiuto.

Così ti documenti e scopri che i dati in Italia sono allarmanti quanto sconcertanti. L'Istat conta che due milioni di donne sono vittime di violenza fisica o sessuale. Fra queste, secondo Eures, nel 2018 142 donne hanno perso la vita e nei primi dieci mesi del 2019 le cose non sono migliorate con 94 casi di femminicidio accertati.

E la cronaca di questi giorni, spietata e tutt'altro che incoraggiante, ci impone domande alla ricerca di un perché che va oltre le motivazioni psicologiche dietro certi gesti. E mi domando che cosa posso fare per cercare di arginare questa piaga sociale, mi domando che cosa posso insegnare a mia figlia che cresce in questo periodo storico privo di identità e dai valori così mutevoli, mi domando come e con quali mezzi io possa aiutare queste donne vittime di violenza.

E nel domandarmi questo lo sapete che cosa ho capito? Che dietro i piccoli gesti, le scarpe rosse di fronte a monumenti importanti, le panchine dipinte, dietro ai flash mob dei giovani studenti e delle rappresentazioni teatrali c'è un messaggio molto più importante di attenzione e forza. Un messaggio che parla di ascolto e di altruismo costruito con la solidità di gesti tangibili, che non dovrebbero mai passare di moda: il rispetto, l'amore e la gentilezza. 


Condividi su:

Altre notizie: