Delta

Due nuovi centenari nel Delta. E in Italia?

Due nuovi centenari nel Delta. E in Italia?

Fiscaglia e Codigoro festeggiano due nuovi centenari, rispettivamente Alfeo Barbi e Bruna Rossi, che hanno spento cento candeline nei giorni scorsi, festeggiati da parenti, amici e dai sindaci Fabio Tosi e Alice Zanardi.

Entrambi in perfetta forma, gli arzilli nonnini non smettono di sorridere alla vita e a trasmettere ai più giovani la loro lunga esperienza di vita, spesso fatta di fatica, sacrifici e duro lavoro fin da giovane età, consuetudine di un secolo particolarmente difficile come quello che ci siamo lasciati alle spalle.

Allargando lo sguardo, scopriamo che proprio in Emilia Romagna nel 2019 hanno spento ben quattro donne hanno raggiunto lo straordinario traguardo delle 113 candeline: Guerina Amadei (di Forlì, scomparsa a marzo scorso), Anna Benericetti (di Brisighella, scomparsa a luglio scorso) e Ida Frabboni, la centenaria bolognese più anziana d'Italia, seconda donna più vecchia d'Europa e la 13esima al mondo, vissuta fino a novembre scorso.

Un caso così incredibile? Mica tanto! In tutta Italia, ci racconta l’Istat in un’indagine ad hoc, tra il 2009 e il 2019 sono quasi seimila ad aver superato i 105 anni di età, di cui solo 709 maschietti e ben 5.173 femmine.

“Nell’arco temporale considerato - descrive l’Istat - l’incremento della popolazione semi-supercentenaria è costante (e superiore al 100%) in tutti gli anni: si è passati da 472 individui viventi al 1° gennaio 2009 ai 1112 di inizio 2019 (+136%). 

Tale andamento può essere in parte spiegato dal fatto che chi raggiunge la soglia dei 105 anni gode di un’elevata longevità probabilmente legata a un fattore genetico; inoltre le coorti di popolazione dei semi-supercentenari non comprendono ancora i nati nel periodo della Prima Guerra Mondiale e quindi non risentono degli effetti dovuti alla loro scarsa numerosità alla nascita. 

Condividi su:

Altre notizie: