Delta

Codigoro celebra il Ponte degli Scariolanti, 140 anni di storia del territorio

Codigoro celebra il Ponte degli Scariolanti, 140 anni di storia del territorio

Codigoro è pronto ad inaugurare simbolicamente il ponte sul Po di Volano che finalmente avrà un nome tutto suo, “Ponte degli Scariolanti” in memoria di coloro che hanno reso possibile con i loro sforzi la bonifica delle terre deltizie.

Alle ore 11 di lunedì 11 Novembre, in occasione della festa di San Martino Patrono, il sindaco Alice Zanardi darà il via alla cerimonia, che vedrà inaugurata anche la barca “Santa Maria” attraccata lungo il corso fluviale e dedicata al maestro Mario Capuzzo. Per l'occasione tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Facendo un salto nel passato, il ponte sul Volano venne costruito nel 1879 con lo scopo di unire due diverse zone abitate di Codigoro, permettendo un più agevole passaggio di mezzi, persone e merci.

Fatto saltare nel 1945 dai tedeschi per impedire l'avanzata dei partigiani e dell'esercito alleato venne sostituito per i 12 anni successivi da un punto di fortuna, sino al 1957, quando finalmente venne ricostruito il ponte mobile che tuttora consente il passaggio promiscuo di mezzi e persone.

Ponte che sino ad oggi ha subito diversi interventi di manutenzione, sia sulla struttura che sulla meccanica di un'infrastruttura che inizialmente era stata progettata per l'apertura occasionale che permettesse il passaggio delle imbarcazioni in transito sul Po di Volano.

Nel triennio 1977/1979 vennero sostituite anche diverse parti mobili e nel 1981 venne completamente rifatta la campata mobile che presentava notevoli problemi di funzionalità meccanica.

L'ultimo intervento, fortemente voluto dall'allora amministrazione Cinti Luciani nel 2011, ha permesso il rinforzo delle fiancate del ponte e il rifacimento delle passeggiate pedonali a lato del tatto carrabile.

Più di recente, il Ponte degli Scariolanti è stato inserito tra i manufatti che potrebbero beneficiare finanziamenti messi a bando dal Fondo europeo di sviluppo regionale nell’ambito della strategia nazionale delle Aree Interne. In sostanza, grazie al progetto ‘Metropoli di Paesaggio – Prime Fermate’, Codigoro e altri Comuni del ferrarese potrebbero accede a risorse utili a finanziare interventi che consentano la navigabilità del Po di Volano, da Ferrara fino al mare.
Condividi su:

Altre notizie: