Comacchio e Lidi

Comacchio, i valori della pace e il ripudio della guerra nel messaggio di Michele D'Andrea

Comacchio, i valori della pace e il ripudio della guerra nel messaggio di Michele D

Nel giorno successivo alle solenni celebrazioni del 4 Novembre, si è svolta a Palazzo Bellini a Comacchio l'iniziativa: "PALLE GIRATE E ALTRE STORIE. Dietro le quinte della Grande Guerra", a cura dello storico Michele D'Andrea.

L'incontro, promosso dal Comune di Comacchio in collaborazione con l'Associazione Nazionale Insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana di Ferrara, ha voluto stimolare una riflessione sul tema della guerra, dei valori della pace e sulle forme di violenza che minacciano i diritti dell'uomo. 

Proprio per questo è stata prevista la partecipazione dei più giovani cittadini, gli studenti dell'Istituto Remo Brindisi, in sala insieme al sindaco di Comacchio Marco Fabbri, agli assessori Maria Chiara Cavalieri, Alice Carli e Robert Bellotti, ai rappresentanti del Consiglio Comunale dei Ragazzi, alle forze dell'ordine del territorio e al prefetto di FerraraMichele Campanaro.

La proficua collaborazione tra il Comune di Comacchio e l’Ancri aveva già portato, in occasione dell'edizione 2019 della Sagra dell’Anguilla, alla presentazione dell'“Inno Svelato”, sempre a cura dello storico D’Andrea. Visto il notevole successo riscontrato soprattutto tra i ragazzi, si è scelto di proporre un secondo appuntamento che facesse riflettere le generazioni del futuro sui temi della Prima Guerra Mondiale, non senza strappare, nuovamente, un sorriso a tutti i presenti. L’incontro di oggi, ci ricorda nuovamente quanto sia importante seminare e diffondere i valori della pace combattendo ogni forma di violenza. Anche la Costituzione ci ricorda costantemente quanto la guerra sia spregevole e da ripudiare.

Condividi su:

Altre notizie: