Comacchio e Lidi

Incontri e conferenze per tutti i gusti a Ferrara

Incontri e conferenze per tutti i gusti a Ferrara
Ambiente, arte, cultura, storia, letteratura. Sono tanti gli incontri, le iniziative e le attività in programma nei prossimi giorni a Ferrara e che potrebbero essere di vostro interesse. Ecco quelli più interessanti selezionati per voi:

AMBIENTE - Emergenza climatica, al via un ciclo di seminari

L'emergenza ambientale e il cambiamento climatico sono realtà che stanno provocando impatti e fenomeni di frequenza e intensità importanti e verosimilmente irreversibili su tutto il nostro pianeta e con essi lo sconvolgimento degli ecosistemi e della ricchezza di biodiversità che sostengono la nostra vita, con conseguenze anche sulla salute dell'uomo. Occorre promuovere un nuovo modello di sviluppo all'insegna della sostenibilità puntando al risparmio energetico, all'incremento delle fonti rinnovabili, all'economia circolare, e in generale modificando i nostri stili di vita individuali.
Gli obiettivi 3, 12, 13, 15 dell'Agenda 2030 costituiranno i focus di un ciclo di 7 seminari, ognuno di 2 ore, rivolti particolarmente ai giovani, promossi da Agire Sociale (Università del Volontariato di Ferrara), in collaborazione con Fridays for Future, Comune di Ferrara e il Centro di Ateneo per la Cooperazione allo Sviluppo Internazionale.
Il primo seminario "Cambiamenti climatici e immigrazione" che vedrà come relatrice la professoressa Orsetta Giolo del Dipartimento di Giurisprudenza, sarà mercoledì 16 ottobre 2019 in AULA E1 del Polo Chimico Bio Medico in Via Luigi Borsari 16, dalle 17 alle 19.
Per iscrizioni e informazioni (programma completo): www.univol.it/corsi/emergenza-climatica.
Per info : Agire sociale, segreteria@agiresociale.it, tel. 0532 205688.
(Tratto dal sito dell'Università di Ferrara al link www.unife.it)

AMBIENTE - "Mondo felice": quattro appuntamenti dedicati a scelte quotidiane sostenibili

Quattro incontri per valorizzare scelte quotidiane sostenibili con le quali ciascuno può contribuire a diminuire l'impatto ambientale, laboratori di pratica e un concorso fotografico : sono questi i contenuti del progetto "Mondo felice" organizzato dall'associazione I capitomboli con il patrocinio del Comune di Ferrara.
Tutti gli incontri si terranno a "Factory Grisù" (via Poledrelli 21, Ferrara) dalle 18 alle 20.
Il primo appuntamento è per venerdì 11 ottobre 2019 e sarà dedicato a "Spesa e alimentazione sostenibile" con laboratorio finale dedicato all'autoproduzione di pane e altri cibi.
Si proseguirà venerdì 25 ottobre con riflessioni, spunti e progetti dedicati a "Mobilità sostenibile e casa ecologica" ;
venerdì 8 novembre sarà la volta di "Scuole sostenibili, riqualificazione ambientale e cura della persona ";
venerdì 22 novembre l'appuntamento dedicato a "Economia circolare e nuove opportunità (scollocamento )".
All'interno della rassegna si colloca il concorso fotografico aperto a tutti intitolato "Spazzatura fotografica " con foto da inviare entro il 15 novembre e che si avvale del patrocinio del Comune e dell'associazione Riaperture.

Per info : icapitomboli@gmail.com, cell. 347 8882615.
www.cronacacomune.it/

MUSICA - FERRARA PIANODUO FESTIVAL 2019


Quinta edizione - Musica per due pianoforti
Ciclo di concerti promosso dal Conservatorio Frescobaldi e Ferrara Musica
12, 19, 23* e 26 ottobre, 9 novembre 2019
Ridotto del Teatro Comunale
Corso Martiri della Libertà 5, Ferrara

Due pianoforti per cinque serate, e una collaborazione che cresce tra il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara e Ferrara Musica. Torna da sabato 12 ottobre Ferrara PianoDuo Festival, ciclo di concerti proposti al Ridotto del Teatro Comunale ‘Claudio Abbado’ per arricchire il panorama musicale dell’autunno ferrarese. Il progetto è a cura di Luigi Di Ilio, per anni docente al Conservatorio Frescobaldi, anche fondatore della rassegna.
La quinta edizione sarà dedicata come sempre al repertorio per due pianoforti, quest’anno con un’attenzione particolare a Ludwig van Beethoven , anticipando le commemorazioni che avverranno nel 2020 in tutto il mondo, in occasione del 250esimo anniversario della nascita del compositore tedesco. La rassegna è organizzata dal Conservatorio Frescobaldi in collaborazione con il Teatro Comunale, ed è arricchita dalla collaborazione con Ferrara Musica. Ingresso 7 euro (ridotto 5 euro, 1 euro per studenti e docenti del Conservatorio), mentre l’ingresso è libero per il concerto del 23 ottobre.
A inaugurare Ferrara PianoDuo Festival, sabato 12 ottobre, alle 17 al Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara (corso Martiri della Libertà 5) sarà il duo pianistico Lorenzo Di Bella e Gianluca Luisi, che proporranno musiche di Muzio Clementi (Sonata op. 1a in si bemolle maggiore per due pianoforti), Franz Liszt (Rapsodia Ungherese 'Rakoczi Marsch' S 608) e Ludwig van Beethoven (la trascrizione per due pianoforti della Sinfonia n. 3 op. 5 'Eroica').
Informazioni su www.consfe.it

FOTOGRAFIA - 1969- 2019/I 50 anni de "Il Quartiere", mostra fotografica e audiovisivi al condominio di via Pietro Lana

Sabato 12 ottobre 2019 alle 17, nella sala polivalente di via Pietro Lana 1 a Ferrara (accesso scala con ringhiera gialla dietro la Conad di via Foro Boario - parcheggio piazzale ex Cinema Alexander in via Barlaam) verrà inaugurato l'allestimento "Mostra fotografica e audiovisivi: 1969 - 2019 / I 50 de Il Quartiere" a cura del condominio Il Quartiere .
Prevista la proiezione del documentario "L. 167/1962 a Ferrara" di Folco Quilici. L'iniziativa si avvale del patrocinio del Comune di Ferrara e dell'Università di Ferrara.
Giornate di apertura della mostra
La mostra sarà visitabile dalle ore 17 alle ore 19 i venerdì 18, 25 ottobre e 8 novembre. Il pomeriggio di apertura di venerdì 8 novembre prevede un incontro con i curatori e la proiezione di tutti i cortometraggi inclusi nel percorso espositivo. La mostra è inoltre visitabile su appuntamento scrivendo una richiesta all'indirizzo email comitatoilquartiere@gmail.com.
Info: Luogo prima esposizione - sala polivalente del Condominio Il Quartiere, via Pietro Lana, 1 (primo piano con rampa di scale sopra Conad di Via Foro Boario)
Parcheggio - parcheggio via Barlaam di fianco ad Ex Cinema Alexander
Apertura - sabato 12 ottobre dalle 17 alle 19; venerdì 18, 25 ottobre, 8 novembre dalle 17 alle 19
Indirizzo email - comitatoilquartiere@gmail.com
Pagina Facebook - www.facebook.com/I-50-anni-de-Il-Quartiere-

LIBRI - Diego Marani presenta "Il ritorno di San Giorgio" da Libraccio

Venerdì 11 ottobre ore 18 presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino (Libreria Libraccio) di Ferrara Diego Marani presenta “Il ritorno di San Giorgio” (Nave di Teseo) e dialoga con l’autore Luca Traini.
Un libro provocatorio e brillante dal tono tra il serio e il divertito, che sovverte le regole del gioco e capovolge verità e menzogna, lasciandoci intravedere, dall’altra parte, una realtà incredibile ma non per questo meno reale.
San Giorgio, i l patrono di Ferrara, un giorno ricompare nella città che secoli prima ha salvato dal drago. Si presenta al sindaco e al vescovo per annunciare loro che il drago è tornato a infestare quei luoghi e che lui è lì per sconfiggerlo un’altra volta, in virtù dell’antico patto che lo lega alla città estense. Le autorità e i cittadini dapprima credono l’uomo un impostore. Ma San Giorgio sa farsi ri­conoscere e i ferraresi si devono arrendere all’evidenza. A Ferrara c’è un drago, nella forma di un male oscuro che opprime la città. Il terremoto, il fallimento delle banche, la siccità, la febbre del Nilo, un ragazzo ucciso di botte dalla polizia, gli immigrati sempre più numerosi che seminano paura e insicurezza sono tutti segni evidenti della sua presenza. La città diventa così teatro di una vicenda surreale e al tempo stesso lo specchio dell’Italia intera, in preda ad una crisi di identità e incapace di costruirsi un futuro.
Diego Marani è nato a Ferrara nel 1959. Lavora presso il Servizio europeo di azione esterna della UE, dove si occupa di diplomazia culturale. Inventore della lingua–gioco Europanto, di cui ha tenuto rubriche su diversi giornali europei, ha pubblicato Nuova grammatica finlandese (2000, Premio Grinzane Cavour, tradotto in quindici lingue), L’ultimo dei vostiachi (2002, Premio Campiello – Premio Stresa), A Trieste con Svevo (2003), L’interprete (2004), Il compagno di scuola (2005, Premio Cavallini), Come ho imparato le lingue (2005), Enciclopedia tresigallese (2006), La bicicletta incantata, pubblicato in cofanetto con il film di Elisabetta Sgarbi 'Tresigallo'. Dove il marmo è zucchero (2007), L’amico delle donne (2008), Il cane di Dio (2012), Lavorare manca (2014) e Vita di Nullo (2017).

LIBRI - Gruppo di lettura con Lorenzo Mazzoni presenta "Il Muggito di Sarajevo" da Libraccio

Venerdì 11 Ottobre alle ore 20:00 Presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino Libreria Libraccio di Ferrara il gruppo di lettura “due pagine prima di dormire” con Lorenzo Mazzoni presenta “Il muggito di Sarajevo” (Spartaco).
Nata per essere assediata. È così che si sente Amira, diciotto anni e un grande sogno da realizzare nella città di Sarajevo del '93, lacerata dalle rappresaglie fra serbi e bosniaci. Il cuore della suonatrice di cigar box guitar batte all'unisono con i colpi di mortaio e le raffiche di mitra, ma Amira canta la sopravvivenza, la speranza. Della band Senza Strumenti fanno parte anche il colonnello Mustafa Setka, mago del basso, e il gigantesco ballerino di kolo, Masne, alle percussioni. I due per tutto il giorno seguono Jack, meglio conosciuto come Mozambik l'irlandese, fidanzato di Amira, spacciatore. All'occorrenza, Jack si offre come guida agli inviati di guerra che affollano l'Holiday Inn semidistrutto. Così conosce Carlo e Oscar, due fotoreporter italiani che inseguono uno scoop davvero straordinario: intendono trovare una vacca indiana che si dice abbia poteri da chiromante. Sarà per caso la zebù gir che il vecchio Ivan nasconde nella corte interna del suo negozio di tabacchi, adattato a fumeria d'oppio dopo l'inizio del conflitto? Del resto, non è la sola ospite che il commerciante cela a sguardi e orecchie indiscrete. In uno sgabuzzino è segregato, infatti, un serbo fuori di testa che, dopo una scorpacciata di funghi allucinogeni, si è ritrovato al di là delle linee nemiche. Lo scopo di Ivan è rispedirlo al mittente in cambio di un riscatto, da chiedere a un oscuro cecchino dei servizi segreti serbi, che trova la concentrazione solo canticchiando le hit di Barbra Streisand...
Lorenzo Mazzoni è nato a Ferrara nel 1974 e ha abitato a Parigi, Hurghada, Londra, Sana’a. Ha pubblicato numerosi romanzi, tra cui Il requiem di Valle secca (Tracce, 2006), Le bestie/Kinshasa Serenade (Momentum Edizioni, 2011), Apologia di uomini inutili (Edizioni La Gru, 2013, Premio Liberi di scrivere Award). È il creatore dell’ispettore ferrarese Pietro Malatesta, protagonista dei noir (illustrati da Andrea Amaducci ed editi da Koi Press) Malatesta, indagini di uno sbirro anarchico, La Trilogia (2011, Premio Liberi di Scrivere Award), La Tremarella (2012, il cui ricavato è andato interamente alle vittime del terremoto in Emilia), Termodistruzione di un koala (2013), Italiani brutta gente (2014). Diversi suoi reportage e racconti sono apparsi sui giornali Il Manifesto, Il Reportage, East Journal, Il reporter e Torno Giovedì- Collabora con Il Fatto Quotidiano. Vive tra Milano e Istanbul.
Per informazioni Ibs+Libraccio
Ferrara, Piazza Trento e Trieste, Palazzo San Crispino
eventife@libraccio.it – Tel. 0532241604

LINGUE STRANIERE - UNO ZWEI THREE 2019

Le lingue sulla punta delle dita con Associazione Fiumana: esperienze, curiosità e giochi linguistici
Venerdì 11 ottobre 2019 Laboratorio di teatro e lingua
Sabato 12 ottobre 2019 Uno, zwei, three 2019 – Quarta edizione
Wunderkammer (Palazzo Savonuzzi, via Darsena 57)
Una giornata dedicata alle lingue e all’apprendimento linguistico a Palazzo Savonuzzi a cura di Associazione Culturale Fiumana

Dopo il successo delle passate edizioni, torna Uno, zwei, three 2019: le lingue sulla punta delle dita. Esperienze, curiosità e giochi linguistici, tutte le lingue arriveranno sulle punta delle dita con la giornata dedicata all’apprendimento linguistico organizzata da Associazione culturale Fiumana e curata da Ana Beaven, sabato 12 ottobre dalle 9 alle 19 a Wunderkammer (Palazzo Savonuzzi, via Darsena 57, Ferrara). Il laboratorio teatrale di venerdì 11 ottobre è riservato ai partecipanti all'intero evento.
Sono disponibili gli ultimi posti per la quarta edizione dell'evento annuale più poliglotta che ci sia. Il tema scelto quest'anno per la giornata è il rapporto tra linguaggio e l’identità, sviluppato attraverso esperienze, curiosità e giochi. L'iscrizione è obbligatoria sulla pagina : www.actionedu.eu/uno-zwei-three.html. Per la partecipazione all'evento, sarà richiesto un contributo di 15 euro, da versare la mattina stessa (coprendo coffee break, pranzo a buffet e l'aperitivo conclusivo).
Si inizia venerdì 11 ottobre alle 18 con il Laboratorio di teatro e lingua , sempre a cura di Fiumana che da quest’anno accorpa anche l’esperienza di ActionEdu (ideatore del progetto linguistico), in attesa della giornata di sabato 12 ottobre con Uno, zwei, three 2019, che partirà alle nove, dopo una breve presentazione, darà spazio a ‘Dai geroglifici agli emoji: breve storia delle lingue visuali’, con il poliglotta Cesco Reale. A seguire, dopo una pausa caffè, è il momento di ‘Capirsi parlando lingue diverse è possibile: l’intercomprensione come passpartout per il plurilinguismo’ (a cura di Erika Frisan e Hugues Sheeren, docenti di lingue). Si prosegue anche dopo la pausa pranzo, con delle conversazioni in lingua a coppie e piccoli gruppi, ‘Ichi, ni, tre: giapponese perché?’ con Marcella Mariotti, docente di Giapponese. Si prosegue il pomeriggio con ‘(Altre) cose strane e affascinanti dal mondo delle lingue’ a cura di Cesco Reale, per concludere con un gioco linguistico a squadre e salutarsi con un aperitivo linguistico (alle 18).

Consorzio "Wunderkammer"
Palazzo Savonuzzi, via Darsena, 57 - 44122 Ferrara
mail | info@consorziowunderkammer.org
web | www.consorziowunderkammer.org

MUSICA - Torna la Tower Jazz Composers Orchestra, vitaminica orchestra residente del Jazz Club Ferrara

Con Ferrara In Jazz tornano le residenze dell’apprezzata orchestra del Jazz Club Ferrara, la Tower Jazz Composers Orchestra, realizzate in collaborazione con Bologna Jazz Festival e con il sostegno della Regione Emilia-Romagna (“Legge Musica L.R 2/18, art. 8”). Venerdì 11 ottobre - inizio ore 21.30 - con la direzione di Piero Bittolo Bon e Alfonso Santimone, gli oltre venti elementi che costituiscono la TJCO metteranno in gioco collettivamente le proprie idee musicali con creatività e sorprendente empatia, eseguendo partiture pensate per l’orchestra stessa e rivisitazioni di brani provenienti da varie tradizioni.

DONNE - Manifestazione “A Proposito di Donne”
Nei giorni 11, 12 e 13 ottobre 2019 prima edizione di “A Proposito di Donne“, manifestazione dedicata alle donne ed evoluzione de “L’Ingegno è Donna“.
L’evento si terrà nel centro di Ferrara , tra location storiche come Piazza Municipio, Sala Estense, Piazza Duomo, Galleria Matteotti, corso Porta Reno e il Chiostro di S. Paolo.
Manifestazione dedicata ai talenti delle donne per valorizzare l’immagine della donna a livello educativo e culturale, in tutte le sue sfaccettature, senza dimenticare le problematiche sociali e violente.
Per info: http://lartedellasolidarieta.it/manifestazione-a-proposito-di-donne/

LIBRI - Guido Barbujani Presenta "Sillabario di genetica per principianti"

Sabato 12 ottobre Ore 18 Presso la storica sala dell'Oratorio San Crispino Libreria Libraccio di Ferrara
Dialoga con l'autore Andrea Pugiotto
Ma sarà proprio vero che nel nostro genoma sta scritto se siamo intelligenti, o belli, o timidi, o magari propensi a delinquere? E se tutto questo non c'è, cos'altro c'è scritto nel DNA e cosa possiamo capire, studiandolo?
Il DNA delle nostre cellule, il genoma, è un messaggio dal passato. I mittenti sono milioni di nostri antenati, e il contenuto sono le istruzioni che permettono alla cellula uovo fecondata di moltiplicarsi fino a formare l'organismo complesso che siamo noi, e di farlo funzionare. Da qualche anno leggere cosa c'è scritto nel genoma è tecnicamente possibile, con poca spesa e su larga scala...
Guido Barbujani ha lavorato alla State University of New York a Stony Brook, alle Università di Londra, Padova e Bologna, ed è professore di Genetica all'Università di Ferrara. Collabora con il Domenicale del Sole 24 Ore. Tra i suoi libri, i romanzi Dilettanti, Dopoguerra, Questione di razza (premio Hemingway), Morti e sepolti e Tutto il resto è provvisorio; i saggi L'invenzione delle razze (premio Merck-Serono e selezione Galileo), Europei senza se e senza ma, Sono razzista, ma sto cercando di smettere (con Pietro Cheli), Lascia stare i santi. Una storia di reliquie e di scienziati, Contro il razzismo (con Marco Aime, Federico Faloppa e Clelia Bartoli), Gli africani siamo noi (premio selezione Galileo), Il gene riluttante (con Lisa Vozza) e Il giro del mondo in sei milioni di anni (con Andrea Brunelli).

Per informazioni Ibs+Libraccio Ferrara ,
Piazza Trento e Trieste, Palazzo San Crispino
eventife@libraccio.it – Tel. 0532241604

ARTE - Giornate Fai d'autunno: visite a Casa Minerbi dal Sale con gli alunni-ciceroni

Apertura straordinaria di "Casa Minerbi dal Sale" (o del Sale), in via Giuoco del Pallone 23 a Ferrara , per la versione ferrarese delle "Giornate Fai d'autunno", in programma sabato 12 e domenica 13 ottobre 2019.
L'orario di ingresso sarà dalle 10 alle 17.30 (senza prenotazione) con la guida degli alunni-ciceroni dell'Istituto di istruzione superiore "G.B. Aleotti".
Ogni visita prevede un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro , a sostegno dell'attività della Fondazione.
Durante le Giornate FAI d'Autunno per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta - a questi ultimi sarà dedicata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 euro - saranno riservate aperture prioritarie salta coda.
La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it dal 1° al 20 ottobre.
Per info: Delegazione Fai Ferrara, Palazzo Santini-Sinz, via Armari 18, Ferrara, email capodelegazionefaiferrara@sinz.it, ferrara@delegazionefai.fondoambiente.it

STORIA - La (in)dicibilità del Male: quale lingua per raccontare la Shoah? Cinque conferenze sull'Olocausto aperte alla città"

Con esperti nazionali e internazionali
Come si fa a dire l’indicibile, con che strumenti, con quali limiti? Come si fa a tramandare la memoria all’interno di un sistema mediatico che continua a mutare?
Proveranno a rispondere a queste domande le cinque conferenze del ciclo di seminari "La (in)dicibilità del Male: quale lingua per raccontare la Shoah?" a cura di Isabella Mattazzi del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università di Ferrara.
Domande che possono fornire uno strumento critico prezioso per le studentesse e gli studenti del Corso di Studi in Lingue e Letterature moderne, per le alunne e gli alunni della Scuola secondaria e per la città di Ferrara. Gli incontri sono infatti pensati come un laboratorio di riflessione sui limiti del linguaggio, su una possibile declinazione politica della parola letteraria, così come sul rapporto complesso tra l’Uomo e la Storia.
I singoli eventi saranno tenuti da esperti nazionali e internazionali sul tema della narrazione della Shoah e si terranno nell’Aula A1 del Polo Didattico degli Adelardi, (Via degli Adelardi, 33).

Programma
Lunedì 14 ottobre, ore 16.15 Auschwitz-Oświeçim-Oshpitzin: l’infrastruttura educativa della memoria
Apertura dei lavori con Alessandro Balboni, Assessore ai rapporti con l'Università di Ferrara e Paolo Tanganelli, Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici di Unife
Grzegorz Karol Russek - International Youth meeting center in Oświęcim/Auschwitz, Centro di Cultura ebraica di Cracovia
Emiliano Ranocchi - Università di Udine

Lunedì 21 ottobre, ore 16.15 Narrare la Shoah. Finzione, testimonianza e nuovo paradigma di verità
Simone Regazzoni – Filosofo
Lunedì 28 ottobre, ore 16.15 Auschwitz, la cultura pop e le disavventure dell’Irrappresentabile
Guido Vitiello – Università di Roma3
Lunedì 4 novembre, ore 16.15 Incarnare memoria. I fantasmi nel teatro di George Tabori
Laura Forti – Regista e autrice teatrale, traduttrice Einaudi
Lunedì 11 novembre, ore 16.15 Lo stile della memoria. Testimonianza e racconto in Primo Levi
Niccolò Scaffai – Università di Lausanne

Gli incontri sono aperti a tutta la cittadinanza fino a esaurimento posti.
L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Ferrara e dal MEIS (Museo nazionale dell'ebraismo e della Shoah).
Università degli Studi di Ferrara
Ufficio Stampa, Comunicazione Istituzionale e Digitale
Via Ariosto, 35 - 44121 Ferrara
http://unife.it/

ARTE - Laboratorio gratuito FAMU

Domenica 13 Ottobre alle ore 15, in occasione della Giornata Famu (famiglie al museo), al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, si svolgera' un divertente laboratorio didattico GRATUITO , a cura del Gruppo Archeologico Ferrarese. Dopo aver ascoltato affascinanti storie che le immagini sui preziosi reperti raccontano, i bambini e le loro famiglie potranno realizzare, attraverso una brochure in omaggio, il loro mitologico capolavoro e portarselo a casa. Giochi e indovinelli per grandi e piccini. Merenda per tutti i bambini offerta da Coop Alleanza 3.0.

GASTRONOMIA - "SOGNO O SON DESTE" 2019/2020

Concerto e assaggio di vini
Museo di Casa Romei, venerdì 18 ottobre alle ore 18,30
Le proiezioni luminose degli antichi decori, sulla facciata interna del cortile d'onore del Museo di Casa Romei, saranno accompagnate da un concerto dell'Ensemble rinascimentale del Conservatorio Frescobaldi e seguite da un assaggio di vini del territorio a cura della delegazione di Ferrara della Associazione Italiana Sommelier.
Sarà quindi un pomeriggio ricco di eventi, in cui il pubblico potrà apprezzare giovani e bravi musicisti, la bellezza ritrovata di pareti un tempo dipinte con, infine, la delizia del palato!

SPETTACOLO - 'Quei 2 sul Tram'

Sala Estense (Fe) il 20 ottobre alle 16,30
Una commedia brillante che parla 'amore (età, differenze sociali e culturali.)
E' uno spettacolo di beneficenza pro Medici con l' Africa CUAMM https://www.mediciconlafrica.org/
Sinossi: Chiara (emigrata uruguaiana senza età, ma più giovane di lui, è venuta in Italia cercando sua madre e nuove possibilità di lavoro) trova Ismaele (notaio pensionato e vedovo) sul tram. Lui sale su quel tram tutti i venerdì alla stessa ora per portare dei fiori ad Amalia, sua defunta moglie. Un giorno Chiara,sale sul tram e si siede accanto a lui e, parlando senza respiro ottiene un appuntamento con lui. Da questo primo incontro, negli appuntamenti successivi, dopo divertenti gag e scontri, lei si confessa con lui: è da un po' che lo insegue, ma non osava chiederglielo ..."
Nel frattempo, cinque personaggi: Beppe, Ruggero, Lo zoppo Sabbia,Stefano e Peralta, raccontano dettagli interessanti per il pubblico, riguardo alle loro vite (interpretati da 2 attori)
Questa opera di Armas è un soffio di vento. Oltre alle miserie umane, riesce a farci ridere con il solito "humor negro" dell'autore.
"Due persone sole che si sentono sole" meritano un'opportunità .
Quei due sul tram (Dos en la carretera)
Autore : Dino Armas
Con: Guido Sproccati, Monica Hutton, Stefano Duo Gianluca Marinangeli
Assistenza regia: Barbara Grande
Regia : Monica Hutton
Tecnico : Mattia Ferrari

Info reti:
Fb: Monica Hutton
web: http://monicamenossehutton.com/benvenuto/

UNIVERSITA' POPOLARE DI FERRARA

I corsi tenuti dall’Università Popolare di Ferrara sono aperti a tutti, i minorenni devono essere accompagnati da un maggiorenne che ne sarà responsabile per questioni assicurative.
Ogni corso prevede una quota di iscrizione e ci si può iscrivere a più corsi.
Le iscrizioni vengono effettuate nelle sedi dei cors i previo versamento della quota (in contanti) e della compilazione e presentazione del modulo di iscrizione (vedi allegato).
La quota è di 100 € per tutti i corsi (per informatica 130 €)
I corsi sono a scadenza settimanale, la scelta del giorno è a discrezione del partecipante secondo i propri impegni. Dal momento che si sceglie un corso lo spostamento in un altro è a discrezione dell’insegnante e della segreteria che terrà conto della disponibilità dei posti.
Ogni corso prevede 20 lezioni della durata di h 1,30 ciascuna per un totale di 30 ore da novembre ad aprile secondo il calendario scolastico.

Anno accademico 2019 - 2020
Le iscrizioni per l'anno accademico 2019/2020 si terranno nelle singole sedi
Per l'ITI Copernico via Pontegradella, 25 44123 - Ferrara
Lunedì 21 ottobre dalle 18 alle 19 Storia dell'arte, Storia della musica, Storia di Ferrara, Fotografia, Psicologia, Lettura espressiva
martedì 22 ottobre dalle 18 alle 19 Inglese
mercoledì 23 ottobre dalle 18 alle 19 Tedesco, spagnolo, francese, portoghese
giovedì 24 ottobre dalle 18 alle 19 Tutti i corsi (fino ad esaurimento)
Per la sede di Copparo, lunedì 7 ottobre e martedì 8 dalle 18 alle 19 presso il Museo "La tratta" in via Goito a Copparo
Per la De Pisis pubblicheremo a breve le informazioni
Le lezioni inizieranno il 29 ottobre per la sede di Copparo e il 4 novembre 2019 nelle altre sedi
Diritto di prelazione
Per coloro che hanno frequentato i nostri corsi nell'anno 2018/2019 sarà possibile usufruire del diritto di prelazione per l'iscrizione al nuovo anno accademico dal 1 al 15 ottobre contattando gli insegnanti. E' necessario compilare sempre e comunque il modulo di iscrizione e versare la quota.

Condividi su:

Altre notizie: