Comacchio e Lidi

Alcol ai minorenni a Lido Nazioni, la Municipale chiude un Alimentari bengalese

Alcol ai minorenni a Lido Nazioni, la Municipale chiude un Alimentari bengalese

Nei giorni scorsi, in piena stagione vacanziera, il Comando della Polizia Locale di Comacchio ha dato esecuzione all'ordinanza di sospensione attività, a carico dell'esercizio commerciale all'insegna 'Alimentari Lungomare' sito in Lungomare Italia - Lido delle Nazioni, il cui titolare H.H.S. cittadino del Bangladesh, era già stato sanzionato dagli agenti della Polizia Commerciale, perché sorpreso a vendere bevande alcoliche a minori di 18 anni

Il negozio dovrà restare chiuso per ben tre mesi, fino al 9 novembre 2019, così come previsto dall'articolo 14 ter della legge 125/2001 che punisce severamente ed economicamente l’esercente che viola più volte il divieto di vendita o somministrazione di bevande alcoliche ai minori. Al momento sembra che Comacchio sia il primo Comune della Provincia ad aver applicato la sanzione disponendo la chiusura di tre mesi dell’esercizio commerciale per la reiterazione della vendita di alcolici ai minori.

Sempre nell’ambito dei controlli attuati Polizia Commerciale si è inoltre proceduto alla denuncia a piede libero del titolare di un bagno di Lido delle Nazioni che risultava aver effettuato una attività di pubblico intrattenimento, in totale assenza di autorizzazione e senza aver sottoposto i locali al vaglio della Commissione Comunale di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli; quest'ultimo controllo era stato particolarmente sollecitato anche dalla Confesercenti di Ferrara, impegnata nella tutela di quei locali che investono sulla sicurezza ed adempiono a tutte le stringenti normative in materia. Stesso controllo per un altro bagno di Porto Garibaldi, che risultava però essere in regola.

La Polizia Locale in occasione della settimana del ferragosto, intensificherà i controlli sul rispetto del divieto di vendita o somministrazione di alcolici per tutelare i ragazzi minori inconsapevoli delle conseguenze correlate all'abuso di alcool.

Condividi su:

Altre notizie: