Comacchio e Lidi

ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE DEL 26 MAGGIO - Breve guida al voto

ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE DEL 26 MAGGIO - Breve guida al voto

Domenica 26 maggio, dalle 7 alle 23, si svolgeranno contemporaneamente le ELEZIONI EUROPEE, per eleggere i 76 membri del PARLAMENTO EUROPEO spettanti all’Italia, e le ELEZIONI AMMINISTRATIVE nei Comuni in cui è previsto il rinnovo del Sindaco e del Consiglio comunale. 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ELEZIONI AMMINISTRATIVE

Per votare è necessario presentarsi al seggio elettorale in cui si è iscritti (il numero, l’edificio e l’indirizzo nel quale è installato sono indicati nella tessera elettorale). L’elettore si deve presentare con la tessera elettorale del Comune di Ferrara e con un documento di riconoscimento (carta d'identità, patente, passaporto o altro documento purché munito di fotografia e rilasciato da una Pubblica Amministrazione).

L’eventuale turno di ballottaggio, ove previsto, è fissato per la domenica 9 giugno, sempre dalle 7 alle 23.

COME SI VOTA? 
Nei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, l’elezione del Consiglio comunale è contestuale all’elezione del sindaco. L’elettore può esprimere un voto per un candidato sindaco (valido anche per la lista ad esso collegata), tracciando un segno sul relativo contrassegno. Può altresì esprimere un voto di preferenza per un candidato consigliere comunale compreso nella lista collegata al candidato sindaco prescelto, scrivendone il cognome nell’apposita riga.

Nei comuni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti l’elezione del Consiglio comunale è contestuale all’elezione del sindaco. L’elettore può esprimere un voto per un candidato sindaco (valido anche per la lista ad esso collegata), tracciando un segno sul relativo contrassegno. Può altresì esprimere fino a due voti di preferenza per i candidati alla carica di consigliere comunale compresi nella lista collegata al candidato sindaco prescelto, scrivendone i cognomi nelle apposite righe. Se ne esprime due, questi devono essere espressi a favore di due candidati di genere diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.

Nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti, l’elettore può esprimere:
  • un voto per una delle liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno: il voto è valido anche per il sindaco collegato alla lista prescelta;
  • un voto per un candidato alla carica di sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo: il voto è valido solo per il candidato sindaco;
  • un voto per un candidato sindaco e per una lista ad esso collegata, tracciando un segno sul relativo rettangolo e sul relativo contrassegno;
  • un voto per un candidato sindaco e per una lista ad esso non collegata (voto disgiunto), tracciando un segno sul relativo rettangolo e sul relativo contrassegno.
Può altresì esprimere fino a due voti di preferenza per i candidati consiglieri compresi nella lista prescelta, scrivendone i cognomi nelle apposite righe. Se ne esprime due, questi devono essere espressi a favore di due candidati di genere diverso, pena l’annullamento della seconda preferenza.

Gli elettori dovranno verificare che la propria tessera contenga ancora spazi utilizzabili per l’esercizio del diritto di voto ; in caso contrario, ci si può recare presso l’Ufficio Elettorale del Comune per il rilascio della nuova tessera, previa esibizione di quella esaurita e di valido documento di riconoscimento.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

IL PARLAMENTO EUROPEO

Il 26 maggio in Italia (e tra il 23 ed il 26 maggio in tutta Europa) saremo chiamati a votare per rinnovare i deputati che rappresentano i paesi membri dell'Ue all'interno dell'Europarlamento di Bruxelles.

Possono votare tutti i cittadini cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del proprio Comune che avranno compiuto il 18° anno di età entro il 26 maggio 2019. Sono elettori anche i cittadini degli altri Paesi membri dell’Unione europea che, a seguito di formale richiesta, abbiano ottenuto l’iscrizione nell’apposita lista elettorale del comune italiano di residenza.

Il Parlamento europeo è l'unica istituzione europea i cui membri sono eletti direttamente dai cittadini.
I deputati al Parlamento europeo sono eletti ogni cinque anni.

COME SI VOTA?
L'elettore esprime il suo voto tracciando con una matita un segno sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta o nel rettangolo che lo contiene. Può esprimere da uno a un massimo di tre voti di preferenza, che devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l'annullamento della seconda e della terza preferenza espressa. Le preferenze possono essere espresse solo per i candidati compresi nella lista votata, attraverso il nome e cognome (in casi di omonimia) dei candidati scelti.

Condividi su:

Altre notizie: