Delta

Una storia a lieto fine

Una storia a lieto fine

Tutto è bene quel che finisce bene


Oggi raccontiamo una storia finita bene che ci viene segnalata dal Comune di Codigoro.

T. D., una donna di 55 anni, ha abbandonato il proprio domicilio verso la metà di aprile e da quel momento se ne erano perse le tracce al punto che, temendo il peggio, i familiari hanno presentato denuncia di scomparsa alle forze dell’ordine.

Nei giorni scorsi, la svolta ed il ritrovamento della stessa, quando il Responsabile della Casa della Salute, dott. Diego Arcudi ed il personale sanitario, si accorsero della presenza di una donna che sostava nei pressi della struttura.

“Dopo alcuni veloci accertamenti -commenta il Sindaco di Codigoro Sabina Alice Zanardi- si era capito che, con ogni probabilità, si trattava della donna scomparsa: dalle informazioni raccolte si comprendeva anche che si era trattato di un allontanamento volontario, al culmine di un percorso di solitudine e progressiva emarginazione; quindi una persona fragile, bisognosa di cure, di essere accompagnata ed aiutata; anche per questo, prima di contattarla, avevamo tenuto una riunione con le Forze dell’Ordine, i Servizi Sociali e la direttrice dell’ASP, per delineare un approccio soft ed un percorso che non si limitasse al ritrovamento, ma che aiutasse questa persona ad uscire da una situazione di oggettiva difficoltà”.

Questa mattina dunque, proprio presso la Casa della Salute del Delta e grazie all’azione che ha visto operare in sinergia i Carabinieri di Codigoro (guidati dal Mar. Giovanni Guagliumi), la Polizia Municipale (con il Comandante Luciano Ranieri), i Servizi Sociali e l’ASP del Delta con Angela Petrucciani, la donna veniva avvicinata dall’Agente della Municipale Laura Succi.

Dopo qualche istante, T.D., consapevole delle proprie difficoltà, acconsentiva a farsi accompagnare presso l’Ospedale del Delta per un veloce controllo del suo stato di salute ed accettava  di essere ospitata in una  struttura protetta.

“Ringrazio -conclude il Sindaco Zanardi - tutti coloro che, nell’ambito delle proprie competenze, sono intervenuti in questa vicenda, dai Carabinieri, alla Polizia Locale, all’ASP: le Istituzioni hanno saputo dare una risposta efficace in una situazione difficile e dolorosa; una dimostrazione che il lavoro di squadra, la condivisione delle informazioni e la ricerca di un’azione comune portano sempre a dei buoni risultati, di cui la nostra Comunità può essere fiera ed orgogliosa”.

Condividi su:

Mappa

Altre notizie: