News

Lavoratori stagionali, il Decreto Flussi apre le porte a 18 mila operai

Lavoratori stagionali, il Decreto Flussi apre le porte a 18 mila operai
Turismo e agricoltura sono certamente due settori importanti per l’economia del Delta, un territorio che appunto ha una lunga tradizione agricola e una più recente legata al turismo costiero, belneare, naturalistico, escursionistico e gastronomico. 

Ebbene, restando in tema ‘economica e lavoro’, è notizia di questi giorni la pubblicazione del Decreto Flussi, (che potrebbe toccare da vicino anche le nostre economie) e che prevede e regola l'ingresso in Italia di 18 mila lavoratori per lavori stagionali nei settori agricolo e turistico-alberghiero. Per il 24 aprile prossimo è fissato il cosiddetto ‘Click Day’, ossia la prima data utile per presentare le domande di ingresso on-line attraverso il sistema attivo sul sito del ministero dell’Interno (il termine ultimo è il 31 dicembre).

“Il provvedimento, che regola l'afflusso della manodopera straniera in Italia - spiega Coldiretti - apre le porte ai lavoratori subordinati stagionali di Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Corea, Costa d’Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina”.

“Sarà possibile presentare le domande di ingresso on line per i lavoratori stagionali extracomunitari che troveranno occupazione soprattutto in agricoltura che, insieme al turismo, è il settore con maggiori opportunità occupazionali in particolare nelle grandi campagne di raccolta delle principali produzioni Made in Italy: dalla frutta alla verdura, dai fiori al vino fino, ma anche negli allevamenti. In totale – evidenzia la Coldiretti – fra stagionali e permanenti sono 345mila i lavoratori stranieri impiegati in agricoltura, per un totale di giornate di occupazione pari a 29.437.000”

L’ultimo Testo Unico sull'Immigrazione, ricordano infine da Coldiretti, ha semplificato i requisiti per la richiesta del permesso stagionale e la procedura di accoglimento dell'istanza per 'silenzio-assenso': sarà sufficiente che lo straniero abbia fatto regolare ingresso almeno 1 volta nei 5 anni precedenti per potervi avere accesso.
Condividi su:

Altre notizie: