Delta

Piazza dedicata a Giorgio Finchi

Piazza dedicata a Giorgio Finchi

A Pontelangorino la cerimonia


In una uggiosa mattinata di inizio primavera, si è svolta, a Pontelangorino di Codigoro, la festa per intitolare la piazza del mercato (ex Piazza Italia) al Dott. Giorgio Alberto Finchi, compianto medico condotto che ha praticato per quasi mezzo secolo la professione medica per la comunità della frazione.

Presenti in loco le massime autorità dell’amministrazione comunale, diverse associazioni del territorio (Insieme Si Può, Associazione Valieri, Pronto Amico..), famigliari del Dottor Finchi, nonchè amici e cittadini che hanno voluto partecipare alla sontuosa cerimonia.

Tra il pubblico anche una scolaresca di oltre 50 ragazzi con la loro dirigente Ines Cavicchioli dell’Istituto Comprensivo ed il parroco Don Marco Polmonari.

Sul palco, si sono alternati nei discorsi, nei ringraziamenti e nel ricordo dell’amato medico, il Sindaco di Codigoro Sabina Alice Zanardi (che ha avuto parole commoventi e bellissime per Finchi ricordandone la grande umanità ed il senso di responsabilità verso il prossimo) nonché l’Assessore Stefano Adami, perfetto padrone di casa che ha svolto anche il ruolo di presentatore della cerimonia.

Naturalmente è intervenuto anche Alessandro Finchi che ha letto, commosso, un pensiero per l’amato genitore.

Sono intervenuti anche Giulietto Mazziga, lo scultore che ha realizzato la targa e Lauro Beccari, che ha letto al pubblico le poesie dialettali scritte dal Dottore.

Lo scomparso medico al quale è stata dedicata la piazza, è sempre stato un amante della musica. In vita, ha fatto parte del Gruppo Mandolinistico Codigorese e per questo motivo, il gruppo stesso al gran completo, ha voluto rendergli omaggio dedicandogli alcuni brani con un mini concerto in pizza, molto apprezzato dal numeroso pubblico presente.

Una bella cerimonia, fortemente voluta, come ha ricordato la Zanardi, dall’amministrazione per rendere omaggio ad un uomo di una bontà straordinaria e di una contagiosa allegria, sempre pronto ad aiutare il prossimo.

Un uomo d'altri tempi che, come han detto diversi suo cittadini ed ex pazienti mutuati, non verrà mai dimenticato
Condividi su:

Altre notizie: