Comacchio e Lidi

La Casa dalle finestre che ridono

La Casa dalle finestre che ridono

I Misteri di Villa Boccaccini

Forse non tutti sanno che, uno dei film horror italiani più famosi nel mondo, al pari di "Profondo Rosso" di Dario Argento, è il capolavoro di Pupi Avati dal titolo "La Casa dalle finestre che ridono", pellicola del 1980 diventata un vero e proprio film di culto del genere thriller-horror. 

Ebbene, il film, con protagonista, tra gli altri, un grandissimo Lino Capolicchio, è stato girato quasi interamente proprio nelle valli del Delta, con scene filmate a Comacchio, Cà Venier ed altri luoghi limitrofi. In particolare, molte scene sono state riprese a Lido degli Scacchi, nella splendida, ed ora completamente abbandonata e diroccata, Villa Boccaccini. Gli antichi ruderi sono ancora visibili dalla Statale Romea, nascosti dalla folta vegetazione proprio dietro il distributore di carburante che si trova sulla Romea in direzione Ravenna. 

Su questa Villa, teatro di molte scene del film, sono state dette molte cose. Tra le molte, anche che il luogo sia stato meta, negli anni, di amanti del paranormale che vi si recavano nottetempo per svolgervi messe nere, sedute spiritiche ed azioni di stampo esoterico, anche se di prove certe, pare non ce ne siano molte, rendendo questa diceria più una sorta di leggenda metropolitana che un fatto accertato.

Di sicuro però, considerate la fama sinistra che la location gode per via del film e le atmosfere lugubri del luogo in cui si trova, spesso avvolto da una coltre di nebbia,, Villa Boccaccini merita a pieno diritto di essere collocata tra uno dei luoghi più misteriosi del Delta ferrarese.

Condividi su:

Mappa

Altre notizie: