Comacchio e Lidi

Problemi con i gestori di telefonia e payTv? Puoi affidarti al Corecom

Problemi con i gestori di telefonia e payTv? Puoi affidarti al Corecom
Avere problemi con le compagnie telefoniche o con il gestore della nostra pay Tv è purtroppo una consuetudine per tantissimi consumatori. A volte il problema si risolve tra reclami telefonici e raccomandate con ricevute di ritorno spedite qua e là, ma quando un semplice reclamo non basta oppure non viene accolto e se nel frattempo continuiamo a credere che i nostri diritti di cliente siano stati violati possiamo affidarci alle associazioni dei consumatori, una delle tante operative in Italia.

Oppure? Oppure affidarci al CORECOM, un organo dell'Assemblea legislativa regionale delegato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom), che ha la funzione di gestire le controversie tra utenti ed operatori delle telecomunicazioni. Si tratta di un servizio presente in ogni Regione d’Italia, come soggetto terzo ed imparziale nel servizio totalmente gratuito che esercita.

Il Corecom permette quello che viene definito ‘tentativo obbligatorio di conciliazione’, un passaggio necessario prima di portare in giudizio un operatore delle telecomunicazioni. Si procede dunque per gradi, segnalando il disservizio e chiedere di avviare una procedura di conciliazione, chiedere di risolvere la controversia con una decisione, presentando le proprie richieste e valutando quelle della controparte.

La pratica infatti viene affidata automaticamente ad un legale rappresentante della società che si chiama in causa, e si potrà interloquire facilmente e in tempi rapidi con questa figura, ottenendo maggiori risultati rispetto a quelli che si è tentato di raggiungere semplicemente segnalando il problema al servizio clienti.

In tutto questo percorso non si agisce certo in autonomia, ma affiancati da un conciliatore professionista del Corecom, che fornisce tutto il supporto necessario in ogni fase del procedimento. Per iniziare è utile raccogliere tutta la documentazione utile di cui s è in possesso e rivolgersi al Corecom, direttamente nella sede degli uffici regionali o, in alternativa, tramite la piattaforma online Conciliaweb di Agcom.

Quest’ultima soluzione permette di usufruire del servizio senza necessariamente spostarsi da casa. Chi lo ha testato ne assicura l’assoluta comodità, ma è pur vero che bisogna avere la minima dimestichezza oltre che con lo strumento informatico, anche con la formulazione di una lettera che riassuma i fatti in ordine cronologico, elabori una proposta valida e integri in allegato tutto quello che serve a dimostrare il motivo della controversia.

In ogni caso, Corecom.



Condividi su:

Altre notizie: