Comacchio e Lidi

Una Monaca senza volto per Marcello Simoni

Una Monaca senza volto per Marcello Simoni

Lo scrittore è stato nostro ospite in redazione


Incontriamo in redazione lo scrittore comacchiese Marcello Simoni, scrittore di gialli storici ormai famoso in mezzo mondo, avendo venduto, dall’uscita del suo primo libro “Il Mercante di Libri Maledetti” (Newton & Compton), milioni di copie dei suoi romanzi riuscendo a creare, tra l’altro, una sorta di marchio di fabbrica con dei lavori che, ad ogni uscita, raggiungono in brevissimo tempo la vetta delle classifiche dei best sellers letterari.

A poco più di un mese dal lancio della sua ultima fatica letteraria, l’autore di noir storici più famoso d’Italia ci svela qualcosa della trama del libro, prima degli interessanti aneddoti che potrete ascoltare a breve dalla sua viva voce nella esclusiva video intervista che ci ha amichevolmente rilasciato.

Edito da Einaudi, “La Prigione della Monaca Senza Volto” è un avvincente giallo che Simoni descrive come la risposta ai “Promessi Sposi” di manzoniana memoria.

 Nella Milano del ‘600 cala il terrore. Qui si intrecciano l’inquisitore Girolamo Svampa (deciso più che mai a sconfiggere il suo acerrimo nemico Gabriele da Saluzzo), tre cadaveri di donne trovati pietrificati ed un segreto relativo alle avventure capitate ad un pellegrino nel lontano Egitto. 

Un romanzo che si legge tutto d’un fiato, misterioso ed intrigante nello stile a cui l’autore comacchiese ci ha abituato in questi anni. 

Marcello Simoni, scrittore nato a Comacchio ed ormai autore di spessore internazionale con i romanzi venduti in mezzo mondo e tradotti in moltissime lingue, è stato per 10 anni bibliotecario presso il Seminario Arcivescovile di Ferrara e poi di Comacchio. 

Laureato in lettere ed ex archeologo, ha vinto, tra le altre cose, il premio Bancarella nel 2012.
Condividi su:

Altre notizie: