Comacchio e Lidi

La raccolta rifiuti Porta a Porta arriva anche a Porto Garibaldi

La raccolta rifiuti Porta a Porta arriva anche a Porto Garibaldi
È stato annunciata questa mattina a Comacchio la novità che vedrà esteso il servizio di raccolta rifiuti Porta a Porta nella località di Porto Garibaldi, una frazione molto popolata in ogni periodo dell’anno che unisce residenti, turisti e attività commerciali per un totale di oltre 4 mila utenze che dal 5 maggio non potranno più utilizzare i cassonetti presenti in strada per conferire il loro rifiuto, umido organico a parte, i cui cassonetti resteranno a disposizione insieme alle campane per il vetro.

Indifferenziato, carta e cartone, imballaggi in plastica e lattine, erba e ramaglie saranno invece da conferire negli appositi sacchi e bidoncini da esporre in orario serale. Soprattutto nel periodo più affollato, quello estivo, la raccolta avverrà nelle ore notturne, a partire dalle 22 nei giorni stabiliti. 

Nel frattempo Clara e l’amministrazione comunale si apprestano a preparare l’utenza all’importante passaggio, innanzitutto con la consegna dei kit di raccolta (sacchi, bidoncini ed ecocalendario): coloro che non saranno trovati a casa verrà lasciato un avviso con l’invito a ritirare il proprio kit nel nuovo ufficio Clara, che aprirà i battenti il 12 aprile in via Mameli 29. Allo stesso ufficio potranno rivolgersi i proprietari di seconde case e le agenzie immobiliari che gestiscono gli affitti delle case di vacanza. 

Per residenti e non residenti saranno organizzati inoltre incontri informativi, il primo lunedì 25 marzo nella sala civica di Piazza Don Giovanni Verità alle 21. Successivamente saranno proposti incontri con le agenzie immobiliari, gli amministratori condominiali, le associazioni di categoria e i titolari di stabilimenti balneari. 

In occasione della presentazione del nuovo servizio (alla presenza del sindaco di Comacchio Marco Fabbri, del vicesindaco Denis Fantinuoli, del direttore di Clara Raffaele Alessandri e di Vito Fogli, responsabile di zona per Clara) sono stati evidenziati i dati di raccolta sul litorale, che evidenziano un buon risultato per le utenze residenti ma una criticità per quelle turistiche: la raccolta differenziata si aggira attorno al 60%, e il rifiuto indifferenziato supera i 1600 chilogrammi ad abitante ma gli obiettivi del Piano Regionale sono del 73%, e di 150 kg per abitante di indifferenziato entro il 2020. Secondo Clara, l’estensione graduale del Porta a Porta potrà contribuire a migliorare questi dati “grazie ad un sistema responsabilizza maggiormente i cittadini, riduce le possibilità di errore e consente un recupero effettivo della maggior parte dei materiali”. 

È la stessa speranza del sindaco Fabbri, che si augura che si riesca a raggiungere gli obiettivi fissati dalla Regione anche in un territorio particolare come quello dei Lidi Comacchiesi, caratterizzati da un elevato numero di seconde case e di turisti occasionali. Una possibilità in più per questo tipo di utenza è rappresentata dal servizio EcoStop, una postazione di raccolta che, in via Sicilia al mercoledì e alla domenica, accetterà carta e cartone, plastica e lattine, umido organico, indifferenziato e piccoli elettrodomestici.

Condividi su:

Altre notizie: