Comacchio e Lidi

Bonus casa 2019, la casa si fa bella

Bonus casa 2019, la casa si fa bella

Ristrutturazioni edilizie? Riqualificazione del patrimonio immobiliare? Ecco una guida su come sfruttare (bene) bonus e finanziamenti per sistemare casa e risparmiare.

Anche per il 2019 viene confermato, nella nuova legge di bilancio, il Bonus Casa 2019, con gli stessi requisiti e modalità di fruizione dell'anno precedente.

Con il bonus ristrutturazione i contribuenti possono portare in detrazione fiscale dall’Irpef il 50% delle spese sostenute per lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, con importo massimo detraibile pari a 96mila euro, liquidato in dieci rate annuali.

Ma quali spese rientrano nella manutenzione ordinaria e quali in quella straordinaria?

Manutenzione ordinaria: gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie a integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.

Manutenzione straordinaria: include le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso.

Su questo argomento abbiamo interpellato Gianluca Bellotti, titolare dell’agenzia immobiliare Il Porto, che con un gruppo di tecnici e artigiani soddisfa le esigenze dei propri clienti proprietari e acquirenti, assistendoli nella ristrutturazione dell’abitazione.

Infatti, Gianluca ci spiega che la maggior parte delle proposte immobiliari in vendita nel nostro territorio hanno bisogno di essere ristrutturate essendo spesso seconde case o immobili ricevuti in eredità. Ecco che l’agevolazione dello Stato per l’anno 2019 può essere una ottima opportunità anche per le persone che non risiedono nel territorio. 

Con l’aiuto e l’esperienza di Gianluca unita ai suoi artigiani e tecnici di fiducia, si incentiva l’acquisto di un vecchio immobile unendo l’interesse di chi intende vendere con il cliente che è alla ricerca di un immobile dove stare con la propria famiglia. L’immobiliare Il Porto non è pertanto una semplice agenzia d’intermediazioni, ma aiuta ad ottenere una casa nuova “chiavi in mano” a un prezzo concordato. L'agenzia infatti è organizzata per l'elaborazione e trasmissione della pratica di incentivo, come illustrato anche sul sito web costantemente aggiornato. 

Entro quando richiedere il bonus?  È stato prorogato al 1° aprile 2019 il termine ultimo per la trasmissione dei dati 2018, con l'obbligo di comunicare i lavori all’Enea (Ente pubblico di ricerca italiano che opera nei settori dell'energia, dell'ambiente e delle nuove tecnologie). 




Condividi su:

Altre notizie: