Comacchio e Lidi

Il pianista Davide Finotti alla Sala Estense

Il pianista Davide Finotti alla Sala Estense

In un'opera su testi di Giorgio Bassani




Appuntamento da non perdere lunedì sera 4 marzo (ore 21,00) alla sala Estense di Ferrara con "Intranima Lieder", opera del compositore reggiano Corrado Sevardi realizzata sui testi di Giorgio Bassani e definito dalla figlia dello scrittore come “Il più elegante lavoro musicale mai realizzato” sulle poesie del padre.

Un lavoro di teatro liederistico suggerito da un’idea del pianista codogorese Davide Finotti, musicista ed affermato insegnante di pianoforte. 

Oltre a lui ne saranno interpreti la mezzosoprano Cristina Calzolari, l'attore Giuliano Brunazzi, uomo dalle importanti esperienze artistiche e Alessandro Sevardi, il talentuoso e giovane violinista figlio del compositore autore dell’opera.

L’evento artistico si avvale del patrocinio e del sostegno della Fondazione "Giorgio Bassani" di Ferrara, in collaborazione con il Museo del Risorgimento e della Resistenza del Comune di Ferrara e con Arch'è - Associazione culturale Nereo Alfieri. 

Giorgio Bassani, come molti sapranno, è famoso per i romanzi, le sceneggiature ed i soggetti legati a celebri opere cinematografiche (solo per citarne qualcuna “I vinti” di Michelangelo Antonioni oppure “Il giardino dei Finzi Contini” di Vittorio De sica). 

Lo scrittore e poeta ha vinto in passato numerosi premi come il Campiello, il Bagutta, lo Strega, il Pirandello, il Feltrinelli ed altri. 

Bassani
, figlio di genitori ferraresi, a Ferrara passò i fondamentali anni della propria gioventù, compresi quelli legati alle drammatiche fasi del ventennio e delle leggi razziali. Al territorio ferrarese e a quegli eventi sono quindi legate per temi ispirativi numerose delle sue liriche.

"Intranima Lieder" sfoglia gli affetti, i profumi, i suoni, i luoghi e i paesaggi dell'anima di alcune delle più belle poesie di Bassani, moltiplicandone nello spazio acustico e drammaturgico della musica la multidimensionalità visionaria. 

Episodi strumentali solistici, voce recitante nel silenzio in contrappunto alla musica e canto sopranile, si intrecciano nel corso del lavoro, offrendo innumerevoli spunti di intensa espressione, riunendo piani linguistici diversi e variegati. 


Condividi su:

Altre notizie: